Diu, la prima città indiana alimentata dal sole

Da quando Diu è diventata al 100 per cento solare, le bollette dei consumatori si sono ridotte del 12 per cento

diu

 

Tetti fotovoltaici e impianti a terra hanno trasformato Diu in una solar city

(Rinnovabili.it) – Anche l’India ha la sua oasi energetica sostenibile. Si tratta di Diu, città situata nello Stato del Gujarat (il più occidentale del Paese), prima municipalità indiana a essere alimentata esclusivamente dall’energia solare. Lontana dall’essere uno grandi insediamenti urbani della nazione – ospita circa 56mila abitanti – Diu ha fatto del sole l’arma per ottenere una certa indipendenza energetica. Una scelta dovuta più che altro alle contingenze: in passato le reti statali, vecchie ed inefficienti, avevano più volte lasciato la popolazione al buio fino a quando, tre anni fa, sotto la spinta della Solar Mission nazionale, non sono arrivati i primi sistemi fotovoltaici.

 

Ora la città può contare su una capacità solare installata di 13 MW totali. Di questi, 10 sono legati a impianti fotovoltaici a terra e i rimanenti appartengono a installazioni domestiche o industriali su coperture e tetti di edifici. Abbastanza per soddisfare la potenza di picco richiesta da Diu, ossia appena 7 MW.

 

>>Leggi anche Inaugurato in India il fotovoltaico più grande al mondo<<

 

In realtà il sistema, non impiegando per ora centrali d’accumulo o dispositivi di storage, si affida a una sorta di scambio sul posto per garantire una fornitura elettrica anche nelle ore notturne: gli impianti immettono in rete tutto il surplus non impiegato durante il giorno e prelevano elettricità dalla stessa, una volta calato il sole.

Ma l’autosufficienza non è l’aspetto più qualificante del progetto di solarizzazione. L’adozione di un diffuso sistema fotovoltaico ha permesso, infatti, agli abitanti di ottenere anche un vantaggio economico. Da quando Diu è diventata al 100 per cento solare, le bollette dei consumatori si sono ridotte del 12 per cento.

 

Non meraviglia dunque sapere che Diu è una delle aspiranti ai fondi della Smart Cities Mission. Si tratta del programma di rinnovamento urbano avviato da Nuova Delhi con l’obiettivo di rendere “intelligenti” e sostenibili 100 città in tutto il paese. Il Governo ha stanziato 15 miliardi di dollari per la realizzazione del programma e scelto già i primi partecipanti. Diu è in lizza per ottenere uno degli ultimi posti disponibili della mission.

 

>>Leggi anche L’India annuncia i nomi delle prime 20 città intelligenti<<

Articolo precedenteMattarella non firmi il testo unico sulle foreste
Articolo successivoBlue Pilot riduce il rumore dell’installazione dell’eolico offshore

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui