Il fotovoltaico a batteria sbarca nei paesi in via di sviluppo

Per dare energia ai paesi in via di sviluppo SolarCity porterà il fotovoltaico nelle scuole che buildOn sta realizzando ad Haiti, Malawi, Mali e Nepal

Fotovoltaico(Rinnovabili.it) – Sistemi solari  e dispositivi di stoccaggio energetico serviranno a realizzare i progetti di Solarcity, che ha intenzione di portare nei villaggi rurali e nelle scuole dei paesi in via di sviluppo energia elettrica a basse emissioni di carbonio.

La società ha comunicato ieri di aver fondato la Give Power Foundation con l’obiettivo di istallare le mini centrali al di fuori degli Stati Uniti e di donare per ogni MW di solare residenziale istallato nel 2014 un sistema solare e un accumulatore con la previsione di realizzare nell’anno che verrà almeno 475 MW di potenza residenziale. La fondazione sta anche collaborando con la buildOn, una organizzazione no profit che realizza scuole nei paesi in via di sviluppo e che cerca di coinvolgere nei progetti le popolazioni locali che per SolarCity saranno inizialmente quelle residenti ad Haiti, Malawi, Mali e Nepal. Ma SolarCity ha già istallato un sistema fotovoltaico in una scuola realizzata da buildOn in Nicaragua dove mancava il collegamento alla rete elettrica e la mancanza di luce rende difficile anche le più comuni attività quotidiane. “Una scuola come questa non potrà mai ottenere energia elettrica senza la generazione locale,” ha detto il CEO Lyndon Rive “E’ necessario cambiare. È necessario produrre energia elettrica sul posto quando ce n’è bisogno.”

Il programma di sviluppo delle Nazioni Unite stima che 1,4 miliardi di persone nel mondo non hanno accesso all’elettricità e 1 miliardo in più usufruisce di reti elettriche non affidabili per questo un numero sempre maggiore di aziende è portato a sviluppare prodotti per l’energia elettrica off-grid cercando di offrire alle popolazioni povero che abitano in aree remote una possibilità in più di sviluppo.