Fotovoltaico ed eolico, ottime alleate per il mix brasiliano

Il governo brasiliano lancia il bando di gara per l’espansione nazionale delle fonti rinnovabili puntando su fotovoltaico ed eolico

Fotovoltaico in Brasile(Rinnovabili.it) – E’ arrivato anche per il Brasile il momento di dedicare tutte le energie allo sviluppo delle fonti rinnovabili. Il governo, per bocca dell’Energy Research Company (EPE), ha infatti dichiarato che lunedì prossimo verrà lanciato un bando di gara dedicato esclusivamente ai fornitori di energia rinnovabile.

L’audizione, denominata A-3 mira a riunire i fornitori di energia eolica e fotovoltaica, i possessori di piccole centrali idroelettriche e a biomasse cercando tra queste la società in grado di garantire il prezzo di fornitura più basso e quindi aggiudicarsi il contratto governativo. Per questo è stato stabilito un prezzo massimo dell’energia, fissato a 126 reais, ovvero 54,8 dollari per MWh.

 

Nel paese l’energia solare non è ancora molto sviluppata né quindi competitiva con le altre fonti rinnovabili. Proprio per questa ragione i contratti, ha dichiarato il presidente EPE Mauricio Tolmasquim, garantiranno l’inserimento del termico e del fotovoltaico nel mix energetico nazionale. “La presenza di parchi solari nell’asta della settimana prossima mostra un interesse concreto degli imprenditori ad investire in questa fonte di energia”, ha detto il presidente ricordando che all’asta l’EPE ha approvato la partecipazione di ben 429 fornitori di energia. Tra queste aziende 381 fanno riferimento a parchi eolici, 31 a parchi solari, 10 a piccoli impianti idroelettrici e 7 centrali a biomassa. I progetti scelti, ha specificato il governo, entreranno in linea da gennaio 2016, anno durante il quale il Brasile ospiterà le Olimpiadi.