Generazione distribuita e fotovoltaico, il mercato italiano si evolve     

Eni gas e luce ha finalizzato in questi giorni l’acquisizione di Evolvere, il gruppo che possiede e gestisce il maggior numero di impianti fotovoltaici di taglia residenziale e la più grande community di prosumer in Italia

Generazione distribuita
Creative Commons CC0

 

(Rinnovabili.it) – Novità importanti per il mercato della generazione distribuita (GD) in Italia. Eni gas e luce, la società controllata al 100% da Eni SpA, è divenuta in questi giorni l’operatore numero uno per quanto riguarda gli impianti fotovoltaici di potenza nominale inferiore a 10 MVA. Come? Con l’acquisizione del 70% di Evolvere, il gruppo proprietario del maggior numero di installazioni solari italiane di piccola taglia in GD. Attualmente infatti la società gestisce 11.000 impianti fotovoltaici, di cui 8.000 di proprietà installati presso clienti domestici e business, per una capacità installata complessiva di circa 58 MW.

 

Il via libera all’operazione di concentrazione è arrivato lo scorso 7 gennaio 2020 dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM). In seguito all’acquisizione del Gruppo Evolvere, Eni gas e luce sarà in grado di presentare un’offerta integrata: dall’installazione dell’impianto di auto-generazione di energia elettrica (impianto fotovoltaico di potenza non superiore ai 20 kW), al servizio di manutenzione dell’impianto stesso, alla fornitura di energia elettrica e al servizio di controllo da remoto dei consumi mediante soluzioni di c.d. smart home.

 

 

Questa operazione si inserisce nella strategia Eni per accelerare la transizione energetica creando nuovo valore dal cambiamento. Ma, soprattutto, è uno degli strumenti scelti da Eni gas e luce per diffondere il nuovo modello energetico del prosumer.

Con questo neologismo, nato dalla crasi delle parole inglesi producer e consumer, si indicano oggi gli utenti che autoproducono, utilizzano ed eventualmente accumulano e scambiano in rete la loro energia rinnovabile, fotovoltaico in primis. Un ruolo fondamentale per la crescita della generazione distribuita del solare e per il processo di democratizzazione energetica, e alla base delle nuove forme di gestione dell’energia come l’autoconsumo collettivo e le comunità energetiche.

“Grazie a questa acquisizione – spiega Eni gas e luce – vogliamo contribuire a diffondere un nuovo modello energetico in cui il cliente si evolve da semplice consumatore a produttore di energia rinnovabile. L’offerta della società comprende la vendita, l’installazione e la manutenzione di impianti fotovoltaici e di sistemi di accumulo per clienti residenziali e business con potenze fino a 20 kW e di sistemi di controllo e gestione dell’energia prodotta e consumata, indispensabili per massimizzare l’efficienza e sviluppare oggi le basi delle comunità energetiche del futuro”.

 

In collaborazione con Eni

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui