IKEA punta sulla vendita di moduli fotovoltaici

IKEA venderà moduli fotovoltaici in altri 8 paesi europei dando nuovo vigore alle politiche ambientali che sta portando avanti per ridurre le sue emissioni

IKEA

 

(Rinnovabili.it) – Continua la green mission di IKEA. Dopo aver istallato illuminazione LED nella maggior parte dei suoi punti vendita, posizionato 700.000 moduli solari sui suoi negozi ed edifici, impegnata ad acquistare e gestire 224 turbine eoliche, provveduto a fornire postazioni di ricarica per veicoli elettrici in ogni parcheggio il colosso svedese annuncia l’espansione della vendita di moduli solari in altri 8 paesi europei. Già venduti in 18 punti vendita nel Regno Unito entro la fine dell’anno il nuovo piano di IKEA entrerà in azione avvicinando i suoi clienti di Olanda e Svizzera alla possibilità di sfruttare le fonti energetiche rinnovabili per servire le proprie abitazioni.

Accanto al progetto energetico la società ha annunciato un nuovo impegno: garantire che entro il 2020 tutta la plastica presente nei suoi articoli per la casa sia riciclata al 100% o prodotta con materiali riutilizzati e riutilizzabili, come gli scarti della lavorazione del legno. Grazie a questa iniziativa, fa sapere l’azienda, si potrebbe riuscire a ridurre le emissioni di CO2 di circa 700.000 tonnellate all’anno, equivalenti alle emissioni annuali di consumo di energia elettrica a 100.000 abitazioni negli Stati Uniti. Lo stesso impegno è stato assicurato nell’approvvigionamento delle fibre tessili per la realizzazione dei suoi tessuti e del legno per la realizzazione dei mobili, in modo da ridurre ulteriormente il proprio impatto ambientale.

 

“Sappiamo che i nostri clienti vogliono risparmiare energia e vivere a casa in modo più sostenibile, ma crediamo che non dovrebbero spendere più soldi o tempo per farlo”, ha detto Peter Agnefjäll, presidente del Gruppo IKEA e amministratore delegato. “Ecco perché siamo determinati a fare in modo che la sostenibilità sia accessibile e attraente per il maggior numero di persone possibile.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui