Il mercato M&A del fotovoltaico europeo si irrobustisce

Negli ultimi due anni, i mercati solari europei hanno registrato numeri record nelle operazioni di fusione e vendita, in termini di GW

m&A fotovoltaico europeo
Foto di Andreas Troll da Pixabay

La Spagna è oggi il primo mercato europeo per le transazioni nel fotovoltaico

(Rinnovabili.it) – Nel 2019 il mercato del fotovoltaico europeo ha visto circa 11 GW di progetti già attivi o in fase di realizzazione cambiare mani. Una quota elevata, che ha in realtà alcuni anni di successo alle spalle. Il segmento secondario è, infatti, cresciuto progressivamente dal 2017 a oggi, segno inequivocabile di un mercato sempre più maturo e solido. Per gli esperti di IHS Markit questa tendenza continuerà anche nel futuro.

Le cosiddette attività di Mergers and Acquisitions (M&A), letteralmente fusioni e acquisizioni, sono spesso considerate un indicatore chiave della salute finanziaria di determinati settori; e questo sia perché riflettono l’ottimismo degli investitori, sia perché mostrano la dinamicità del comparto. E per il fotovoltaico europeo, i segni sono più che positivi. Le attività M&A in campo solare sono aumentate dopo il 2017 in un periodo ancora incerto per il mercato fv principale, in quanto di transizione tra i vecchi sistemi incentivanti e i nuovi meccanismi d’asta e contratti PPA. Con la ripresa solare vera e propria, nel 2019, anche le fusioni e le acquisizioni ha subito un’accelerata. Nel 2019 e nel 2020 sono stati venduti circa 19 GW di asset o progetti in fase di realizzazione. In altre parole il segmento secondario è riuscito a prevedere la rinascita del fotovoltaico europeo e a muoversi per tempo.

Leggi anche M&A rinnovabili: uno sguardo al mercato secondario in Italia

In questo settore, la Spagna è il mercato più attivo e domina la classifica M&A con ben 9,4 GW oggetto di transazioni corso degli ultimi 2 anni. Ma ultimamente si è fatta notare anche l’Irlanda. Recentemente il Paese ha tenuto la sua prima asta rinnovabile assegnando circa 800 MW di capacità solare. Ciò ha portato a numerose acquisizioni con l’ingresso nel mercato di operatori internazionali. Uno degli accordi più importanti include l’acquisizione da parte di Statkraft di 275 MW di asset della  Lightsource BP e diversi progetti dallo sviluppatore locale JBM.

In generale, sviluppatori, EPC (società di progettazione, realizzazione e gestione) e IPP (produttori energetici indipendenti) sono i principali venditori di asset fotovoltaici. Le due transazioni più importanti degli ultimi due anni includono: la spagnola Bester Generacion che ha venduto il suo portafoglio di progetti, circa 1,5 GW in Spagna, a InfraRed Capital Partners, un gestore degli investimenti globale; la società fotovoltaica francese Urbasolar che è stata acquisita con la sua pipeline da 1 GW dalla società svizzera Axpo.

Leggi anche Il mercato solare europeo sfida le aspettative: più 18,7GW nel 2020

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui