Superbonus e cessione crediti, l’accordo tra Evolvere e Banco BPM

Fotovoltaico con accumulo abbinato a pompe di calore e colonnine per la ricarica elettrica. Questi gli interventi di riqualificazione energetica nel perimetro dell’intesa stretta fra il gruppo bancario e la controllata di Eni gas e luce

superbonus

Verso una nuova era di prosumer

(Rinnovabili.it) – Evolvere Spa Società Benefit, controllata da Eni gas e luce, amplia la sua posizione nel mercato fotovoltaico italiano con un nuovo accordo dedicato alla cessione del superbonus 110%, la maxi agevolazione per la riqualificazione energetica in edilizia. Si tratta dell’intesa siglata solo qualche giorno fa con Banco BPM, passo avanti essenziale per permettere ai clienti di sfruttare a pieno i benefici della nuova detrazione fiscale. 

In base all’accordo, il gruppo bancario acquisterà i crediti d’imposta per i lavori di retrofit, ceduti ad Evolvere dai suoi clienti; quest’ultimi otterranno in cambio il totale sconto in fattura delle spese.  E per una società come Evolvere, leader indiscusso della generazione solare distribuita in Italia, è facile intuire quale siano gli interventi rientranti nel perimetro dell’impresa: l’installazione di un sistema fotovoltaico con accumulo, abbinato a un sistema di climatizzazione invernale a pompa di calore ed una colonnina di ricarica  per veicoli elettrici. Banco BPM ha un’operatività consolidata nell’ambito dell’acquisto pro-soluto di crediti fiscali vantati dalla propria clientela verso la Pubblica Amministrazione ed è tra i principali gruppi bancari operativi in questa specifica area di business.

Superbonus 110% e fotovoltaico, la nuova combinazione vincente

Introdotto con il Decreto Rilancio a metà dello scorso anno, il superbonus sta fornendo una nuova spinta agli impianti fotovoltaici residenziali. Come ricordato recentemente dall’Agenzia dell’entrate, è possibile ottenere la detrazione per l’installazione di pannelli solari connessi alla rete elettrica fino ad un ammontare complessivo delle spese di 48mila euro. O comunque nel limite dei 2.400 euro per ogni kW di potenza nominale dell’impianto. La detrazione è riconosciuta anche in caso di installazione – contestuale o successiva – di sistemi di accumulo (nel limite di spesa di 1.000 euro per ogni kWh di capacità) integrati al fotovoltaico. A patto ovviamente che questi interventi siano realizzati congiuntamente ad uno dei lavori “trainanti” di efficientamento energetico. Come, ad esempio, l’installazione di una pompa di calore ad alta efficienza per la climatizzazione.

 Leggi anche Generazione distribuita e fotovoltaico, il mercato italiano si evolve 

Super Tuo, la soluzione intelligente per l’efficienza domestica

Immediatamente a seguito della firma dell’accordo, è stata perfezionata la prima operazione di cessione dei crediti d’imposta proposta da Evolvere a Banco BPM: bonus per un valore di 3,2 milioni di euro, legati alla vendita degli impianti SuperTuo. Si tratta della nuova soluzione “chiavi in mano” creata dalla controllata di Eni gas e luce. Super Tuo nasce per sposare le esigenze della riqualificazione edilizia con quelle più nuove e incalzanti  dei prosumer (produttori+consumatori di energia rinnovabile).

L’offerta include, infatti, un sistema fotovoltaico con accumulo energetico combinato ad un impianto di climatizzazione invernale in pompa di calore e ad una stazione di ricarica elettrica. E copre ogni passaggio essenziale: progettazione, installazione, gestione pratiche autorizzative e fiscali, attivazione, monitoraggio e manutenzione. Grazie al superbonus 110% è possibile quindi per i clienti ottenere l’intero pacchetto di interventi, completa in maniera completamente gratuita, cedendo il credito d’imposta derivante. L’offerta di Evolvere include inoltre prodotti e servizi in grado di garantire sempre il miglior rendimento degli impianti, in linea con le esigenze dei clienti, anche attraverso la propria community digitale. 

In collaborazione con Eni

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui