Caro energia, Governo verso Decreto Aiuti ter ma il tempo è poco

Il Consiglio dei Ministri approva la relazione del Ministro dell’economia Daniele Franco: 6,2 miliardi di euro a disposizione per nuovi interventi. Nel frattempo il dl Aiuti bis è ancora bloccato in Senato

decreto aiuti ter
via depositphotos.com

Nuovi interventi contro il caro bollette nel Decreto Aiuti ter

(Rinnovabili.it) – Il caro energia continua a flagellare imprese e famiglie italiane ma fornisce al contempo nuovo “spazio di manovra” al governo per tamponare l’emergenza. I rincari di gas e benzina stanno infatti aumentando le entrate nelle casse statali e offrendo risorse per nuovi interventi. Prende corpo così il Decreto Aiuti ter, ennesimo provvedimento per contrastare gli aumenti dei prezzi energetici. Lo fa sapere il Consiglio dei Ministri approvando la Relazione al Parlamento sugli obiettivi di finanza pubblica

“La relazione – si legge nel comunicato stampa del Governo – tiene conto, in particolare, della sopraggiunta disponibilità di informazioni aggiornate sugli andamenti di bilancio e di finanza pubblica, in particolare tenendo conto dei risultati dei mesi di luglio e agosto”. Nel dettaglio, il documento aggiorna gli obiettivi finanziari sulla base delle maggiori entrate tributarie degli ultimi mesi per effetto dell’aumento del gettito Iva e di altre imposte indirette legate all’energia.

leggi anche Pubblicato dal MITE il Piano Contenimento dei consumi di gas

Parliamo di ben 6,2 miliardi di euro che costituiranno la componente finanziaria principale del prossimo Decreto Aiuti ter. La relazione passa ora alle Camere per la necessaria approvazione, passo propedeutico all’utilizzo delle risorse previste, in un nuovo decreto legge. Cosa conterrà il provvedimento? Presumibilmente la proroga degli interventi messi in campo sino ad oggi, dall’azzeramento degli oneri di sistema, agli aiuti alle imprese, dal rafforzamento dei bonus sociali ai prezzi “calmierati” del gas per le industrie energivore.

leggi anche Emendamenti Superbonus nel Dl Aiuti bis: proposta proroga alle villette fino al 2023

Ma mentre il Dl Aiuti ter prende forma, il suo predecessore non sembra fare alcun passo avanti. Nonostante il tempo ormai agli sgoccioli, il Decreto Aiuti bis è ancora bloccato in Senato. Diversi i nodi da sciogliere, a partire dalla questione superbonus 110%. Ieri la maggioranza non è riuscita a trovare l’intesa sugli emendamenti, facendo slittare l’approdo in Aula alla prossima settimana. Per la precisione nello stesso giorno in cui dovrebbe arrivare la relazione sugli obiettivi di finanza pubblica.

Articolo precedenteL’Italia è sulla buona strada per segnare il nuovo record di caldo nel 2022
Articolo successivoBastano 1,5°C per far scattare i primi punti di non ritorno del clima

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui