La Spagna stanzia 181mln per progetti di energia rinnovabile innovativa

Il governo Sanchez apre il portafoglio per sostenere lo sviluppo delle fonti verdi in sette regioni spagnole

energia rinnovabile innovativa
Foto di Free-Photos da Pixabay

Nuovi fondi per l’energia rinnovabile innovativa in Spagna

(Rinnovabili.it) – Il piano di ripresa spagnolo ha già preso il via, se non formalmente almeno nelle intenzioni che animano i nuovi incentivi all’energia rinnovabile innovativa. Come annunciato ieri dal Ministero della Transizione ecologia, il Governo ha stanziato 181 milioni di euro per sostenere lo sviluppo di progetti green in sette regioni del Paese

I fondi statali hanno l’obiettivo promuovere nuovi strumenti di decarbonizzazione per rimuovere oltre 712.000 tonnellate di CO2 equivalente all’anno. E fanno parte di un forziere da 316 milioni di euro che Madrid riverserà in iniziative d’avanguardia e che potrebbe essere integrato con i fondi di recupero dell’UE.

Nel dettaglio, gli aiuti dedicati  all’energia rinnovabile innovativa si divideranno in due bandi: il primo assegnerà incentivi alla produzione elettrica da fer, comprese iniziative dedicate all’idrogeno verde e all’autoconsumo; il secondo fornirà sussidi alla produzione di energia termica verde (biomasse, geotermia, solare, ecc.)

Leggi anche Idrogeno solare industriale, in Spagna l’impianto più grande d’Europa

Tra i settori destinatari dei due bandi, quello industriale, dei servizi e agroalimentare. La misura rappresenta solo una delle tante iniziative messe, in cantiere dalla Spagna, per spingere al massimo lo sfruttamento del suo potenziale d’energia pulita. Dalle prime stime ministeriali, grazie solo a quesi sussidi il Paese dovrebbe aggiungere 344,2 MW alla capacità elettrica rinnovabile installata e 483 MW in ambito termico.

Inoltre, nei piani governativi, le risorse statali per l’energia rinnovabile innovativa dovrebbero incoraggiare un ulteriore investimento di 551 milioni di euro da parte del settore privato.

“Questo pacchetto finalizzato alle rinnovabili – scrive il Ministero in una nota stampa è completato da altre due linee di sostegno pubblico attivate da MITECO e coordinate da IDAE, il Piano di Riabilitazione Energetica (PREE) e il secondo bando per il programma di incentivazione alla mobilità alternativa e sostenibile MOVES. In totale, si tratta di oltre 700 milioni di euro in aiuti, allineati alle due principali linee indicate dall’Unione Europea per attivare la ripresa dell’economia di fronte a COVID-19, transizione energetica e digitalizzazione”.

Leggi anche Spagna: nuova legge per accelerare le rinnovabili senza speculazioni

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui