Impianti a biogas agricolo, c’è la proroga degli incentivi al 2021

Il Milleproroghe concede nuovo respiro agli impianti alimentati a biogas facenti parte del ciclo produttivo di un’impresa agricola. Piena soddisfazione da parte di Confagricoltura e Fiper

Impianti a biogas agricolo
via depositphotos.com

Dopo gli incentivi per gli impianti a biogas agricolo si guarda all’impiego dei reflui di prossimità

(Rinnovabili.it) – “Alla fine ce l’abbiamo fatta!” Così Walter Righini, presidente FIPER (Federazione Italiana Produttori di Energia da Fonti Rinnovabili) ha accolto la notizia dell’estensione a tutto il 2021 degli incentivi per gli impianti a biogas agricolo. L’atto, contenuto nell’annuale provvedimento Milleproroghe, fornisce un altro anno di respiro al settore. Ovviamente lo slittamento di data è valido solo per i sistemi di produzione elettrica fino a 300 kW e facenti parte “del ciclo produttivo di un’impresa agricola e di allevamento”. I sussidi – si legge nell’emendamento – saranno protratti fino alla fine di quest’anno “nel limite di un ulteriore costo annuo di 25 milioni di euro”. Il bando dovrebbe essere pubblicato entro il 30 giugno 2021.

Leggi anche Milleproroghe 2021, i primi rinvii per l’energia

Una misura particolarmente attesa dal settore, dopo l’ultimo salvataggio in extremis nel Milleproroghe 2020 e il preoccupante ritardo del decreto FER 2, ormai da mesi nel dimenticatoio governativo. “Un risultato importante per dare continuità al settore […] ottenuto grazie all’impegno dell’on. Albrecht Plangger tra i firmatari, che ha sposato la causa del biogas agricolo a livello nazionale”, commenta Righini. “Ora l’attenzione si sposta sulla seconda proposta di emendamento presentata da Plangger che sarà oggetto di un’ennesima interrogazione parlamentare ovvero dare la possibilità di utilizzare i reflui delle aziende agricole limitrofe agli impianti a biogas, definendo eventualmente un raggio di azione (km) di prossimità”

Soddisfatta anche Confagricoltura, che attraverso il suo presidente presidente Massimiliano Giansanti, ha commentato “Portiamo a casa un nostro grande risultato, che sottolinea l’importanza strategica delle bioenergie, un modello di sviluppo che mette al centro la sostenibilità, l’economia circolare e l’innovazione tecnologica. In Italia si contano quasi 2.000 impianti e più di 12.000 occupati”.

Leggi anche Biogas e biometano: da rifiuti fino al 20% dei consumi globali di gas

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui