Stop sussidi alle fossili, così ingrana la transizione ecologica di Biden

La segretaria al Tesoro USA Janet Yellen ha presentato il 7 aprile il piano Made in America. Taglio ai sussidi per le fonti fossili (ma senza dettagli), sostituiti con incentivi per le rinnovabili

Transizione ecologica: Biden cancella i sussidi alle fossili
Foto di analogicus da Pixabay

Presentato il secondo tassello per la transizione ecologica degli Stati Uniti

(Rinnovabili.it) – Via i sussidi alle fossili, spazio agli incentivi per le rinnovabili. Joe Biden continua a testa bassa la torsione verde degli Stati Uniti nonostante le resistenze dell’industria dell’oil&gas. Il presidente americano la scorsa settimana ha presentato l’American Jobs Plan, un pacchetto da oltre 2mila miliardi di dollari per innescare la transizione ecologica soprattutto su infrastrutture e mobilità. Adesso arrivano i primi dettagli di un altro piano della nuova amministrazione democratica, il ‘Made in America’.

Si tratta di un piano di riforme fiscali molto vasto che nelle intenzioni di Biden è un po’ il motore del programma sulle infrastrutture. Gli aumenti delle tasse infatti dovrebbero permettere alla Casa Bianca di raccogliere qualcosa come 2.500 miliardi di dollari nei prossimi 15 anni. Nelle pieghe del piano del Tesoro americano c’è l’eliminazione di una serie di agevolazioni fiscali per l’industria dei combustibili fossili. Secondo la segretaria al Tesoro Janet Yellen,  questa misura permetterà di aumentare le entrate di 35 miliardi di dollari in 10 anni. Queste agevolazioni saranno sostituite con nuovi incentivi fiscali per l’energia pulita, anche per i veicoli elettrici e gli apparecchi elettrici efficienti.

Leggi anche La transizione ecologica secondo Biden: ecco il piano

Il Made in America per ora non dà altri dettagli su quali sono le agevolazioni fiscali che saranno stralciate. Si apre adesso una nuova fase di confronto con l’industria delle fossili, ma su questo punto Yellen sembra poco propensa a concedere qualcosa. Durante la presentazione del piano ha detto che i sussidi alle fossili minano l’indipendenza energetica americana nel lungo termine oltre che la lotta contro i cambiamenti climatici. Per poi aggiungere che danneggiano la qualità dell’aria e dell’acqua, creando problemi soprattutto per le comunità di colore. In pratica, tutto ciò per cui Biden ha promesso di battersi nella sua transizione ecologica.

Sul fronte rinnovabili, invece, il piano di Biden darà un’estensione di 10 anni del credito d’imposta sulla produzione e del credito d’imposta sugli investimenti per la generazione di energia pulita. Rientrano nella misura sia l’eolico e l’energia solare, sia lo stoccaggio di energia. E’ anche previsto un sistema di incentivi per le linee di trasmissione a lunga distanza, in modo da facilitare l’approvvigionamento di elettricità generata da fonti pulite.

Leggi anche Biden farà sul serio sul clima? Dipende dal costo sociale del carbonio

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui