Le batterie litio-carbonio consentono di ricaricare lo scooter in 90 sec

La società tedesca Mahle ha collaborato con il produttore di batterie Allotrope Energy per proporre una nuova soluzione di ricarica rapida per i veicoli elettrici.

batterie litio-carbonio
Credits: Mahle Powertain

Batterie litio-carbonio, il nuovo ibrido dell’accumulo

(Rinnovabili.it) – Combina i vantaggi delle tradizionali batterie a ioni di litio con quelle dei supercondensatori per offrire una ricarica ultrarapida e ad una buona densità di potenza. È la nuova tecnologia d’accumulo presentata in questi giorni dalla tedesca Mahle Powertrain e dalla britannica Allotrope Energy. Insieme le due società hanno messo a punto nuove batterie litio-carbonio, espressamente pensata per la mobilità elettrica. “L’ansia da autonomia è spesso citata come il principale ostacolo all’adozione di veicoli elettrici. Ma se la batteria potesse essere ricaricata nello stesso tempo necessario al rifornimento di veicoli con convenzionale  motore a combustione interna, gran parte di questa preoccupazione scomparirebbe”, afferma il dott. Mike Bassett, Direttore della ricerca presso Mahle Powertrain.

Leggi anche Un caricabatterie comune per tutti i dispositivi, arriva lo standard UE

L’azienda tedesca ha lavorato con la startup britannica per trasformare questa idea realtà a partire da applicazioni per la piccola mobilità. La tecnologia presenta un anodo da batteria ad alta velocità e un catodo in stile condensatore elettrico a doppio strato (EDLC) ad alta capacità, separati da un elettrolita organico. Il risultato è una cella che non subisce gli effetti di degradazione termica sperimentati dalle tradizionali unità a ioni di litio. La sua stabilità, anche a temperature elevate, consente un’elevata erogazione di corrente e una ricarica rapida; il tutto senza la necessità di complessi sistemi di raffreddamento esterni o elaborati sistemi di gestione.

Inoltre, il catodo consente una durata di oltre 100.000 cicli, valore molto maggiore rispetto alle batterie convenzionali. Non solo. La batteria litio-carbonio fa a meno di terre rare ed è il design permette la completa riciclabilità dei materiali.

Una spinta per i motorini elettrici

Nell’ambito della collaborazione, Mahle ha studiato un possibile scenario d’impiego, immaginando i nuovi dispositivi a bordo di motorini elettrici impegnati nelle consegne alimentari urbane e con un raggio target di 25 km. Una batteria convenzionale agli ioni di litio da 500 Wh richiederebbe una ricarica a metà turno e 30 minuti di attesa. Un pacco litio-carbonio, invece, potrebbe essere ricaricato a 20 kW in soli 90 secondi.

Leggi anche Caro bollette, il CdM passa al contrattacco con il Decreto Energia

Con l’aumento dell’economia on-demand, c’è stato un rapido incremento dell’uso di ciclomotori a benzina per le consegne urbane di pasti da asporto e simili. Questo ha contribuito a peggiorare la qualità dell’aria nelle nostre città”, ha continuato Bassett. “Finora la decarbonizzazione di queste consegne si è rivelata difficile senza mantenere uno stock di costose batterie intercambiabili o passare a un veicolo elettrico più grande e più pesante con un maggiore consumo di energia”. “Con la ricarica ultraveloce, le dimensioni della batteria possono essere ottimizzate per adattarsi a tale scenario”, ottenendo un risparmio sul peso e sui costi. “La vera sfida è stata progettare l’architettura elettrica in grado di assorbire tassi di carica così elevati”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui