Brisbane: la casa solare in legno tra tradizione e progresso

    L’architetto australiano James Russel ha progettato una casa solare sostenibile per la periferia di Brisbane coniugando architettura in legno e innovazione

    Brisbane: la casa solare in legno tra tradizione e progresso

     

    (Rinnovabili.it) – A Brisbane, gli architetti dello studio James Russel Architect hanno realizzato una casa solare in legno che riprende gli elementi tradizionali delle costruzioni coloniali australiane e li abbina alle innovazioni nel campo del greenbuilding e della sostenibilità.

    Il regolamento edilizio della zona prevede l’utilizzo del legno e nelle zone periferiche della costa orientale australiana sono molto utilizzati i pannelli metallici. Gli architetti hanno utilizzato questi due materiali e scelto la volumetria della casa rurale tradizionale con il tetto a falda, un’altezza di due piani ed un’alternanza di ambienti esterni ed interni che si dividono in spazi privati, semiprivati e pubblici.

    Il piano superiore – al quale si accede dalla strada – è composto dagli spazi comuni, una veranda, uno studio, la camera da letto padronale, una biblioteca, un orto biologico e degli spazi di servizio. Scendendo al piano inferiore si trovano tre stanze da letto, i bagni, la cucina, la piscina ed il patio che costituisce il fulcro e l’ambiente principale dell’abitazione.

     

    La sostenibilità della casa solare di James Russel Architects

    Christian-Street-House-by-James-Russell-Architect-9La casa solare di Brisbane cattura l’acqua meteorica e la immagazzina in una cisterna da 20.000 litri per utilizzarla in cucina, nei bagni e per irrigare il giardino, consentendo un notevole risparmio idrico. Un impianto solare fotovoltaico da 10 kW connesso alla rete riesce a coprire il fabbisogno energetico degli occupanti mentre i pannelli della copertura sono stati scelti per garantire una buona trasmittanza con una quantità minima di materiale.

    La struttura in calcestruzzo cellulare precompresso permette di ridurre le emissioni per il trasporto e di coprire grandi luci con una quantità minore di materiale rispetto alle semplici travi in cemento armato. Il piano inferiore invece sfrutta l’inerzia termica del terreno per abbassare i consumi per il condizionamento degli ambienti. Ovunque nella casa solare sono stati preferiti materiali a kilometri zero che rimandano all’architettura della zona e promuovono lo sviluppo dell’economia locale sostenibile.

     

    Brisbane: la casa solare in legno tra tradizione e progresso

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui