Ecoroof, il tetto multi-tech per il risparmio energetico domestico

    Micro-eolico, fotovoltaico, raccolta dell’acqua piovana: tutto in unico sistema progettato per le coperture degli edifici

    Ecoroof, il tetto multi-tech per il risparmio energetico domestico

     

    (Rinnovabili.it) – Un tetto, cinque tecnologie differenti: così alla University of Malaya, a Kuala Lumpur, hanno concepito il nuovo volto del risparmio energetico domestico. Molte delle moderne tecnologie per ridurre i consumi delle abitazioni trovano spazio proprio sulle coperture degli edifici. Perché allora non trasformare i tetti in un mix hi-tech che riunisca le migliori soluzioni progettuali in tal senso? Gli scienziati malesi sono partiti da questa considerazione per realizzare il concept del loro “eco-roof”, tetto che riunisce cinque differenti tecnologie di risparmio energetico.

    Un progetto, spiega l’ateneo, nato per aiutare ad affrontare l’attuale conflitto ambientale: “una crescente domanda energetica per il miglioramento delle condizioni di vita contro la necessità di ridimensionare l’uso di combustibili fossili per affrontare il cambiamento climatico”.

     

    L’impegno dell’University of Malaya parte dalla progettazione edilizia. Il tetto ideato dal team di ingegneri ha una sorta di struttura a Y agganciata sulla sommità; la particolare forma è stata pensata per incanalare il vento nelle micro-turbine eoliche sottostanti. Inoltre la struttura è stata concepita per facilitare il flusso d’aria all’interno dell’edificio per mezzo di bocchette integrate e migliorare così la ventilazione naturale.

    Nel tetto vero e proprio pannelli fotovoltaici e lucernari si alternano: i primi, ovviamente, hanno il compito di fornire elettricità, i secondi illuminazione naturale. La struttura incorpora anche un impianto di raccolta delle acque piovane collegato ad un sistema di raffreddamento e pulizia automatica delle celle solari.
    Per i progettisti la soluzione presenta il minor impatto visivo possibile considerando il mix tecnologico, e può essere utilizzata sia in ambienti urbani che rurali.

     

    La squadra di ricercatori ha tentato anche di fare qualche calcolo in merito al risparmio energetico ottenibile. In teoria – perché per ora si parla solo di un concept – l’eco-roof potrebbe generare più di 21.200 kWh di energia l’anno, risparmiando altri 1.840 kWh grazie all’illuminazione e alla ventilazione naturale. E potrebbe raccogliere fino a 525 metri cubi di acqua.

    2 Commenti

      • Anchio appena ho letto il post ho pensato: Lo voglio, quanto costa. Ma purtroppo per ora e’ solo un concept. Ci vorra’ tempo perche’ sia realizzato. E anche in quel caso non e’ detto che venga messo in commercio

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui