Città intelligenti a impatto zero cercasi, aperto il bando della Commissione Europea

Con la missione “100 città intelligenti e a impatto climatico zero entro il 2030″ l’UE punta a creare modelli urbani replicabili

città intelligenti
via depositphotos.com

Ci sarà tempo fino al 31 gennaio per candidarsi a diventare una delle 100 città intelligenti

(Rinnovabili.it) – Si è aperto ieri l’invito alla manifestazione d’interesse rivolto alle città che desiderano partecipare al programma europeo “100 città intelligenti e a impatto climatico zero entro il 2030”.

L’obiettivo della missione è quello di trasformare 100 città europee in un esempio di neutralità climatica e soluzioni smart, trasformandole in veri e propri centri di sperimentazione e innovazione esportabile al resto d’Europa.

Il progetto è parte di una delle 5 mission individuate dal Piano Strategico Horizon Europe per l’attuazione del Green Deal Europeo.

Leggi anche Adattamento climatico e smart city nelle nuove missioni Ue di Horizon Europe

Città e regioni devono essere al centro del nostro impegno per la neutralità climatica”, ha affermato Mariya Gabriel, Commissaria per l’Innovazione, la ricerca, la cultura, l’istruzione e i giovani, in occasione del lancio dell’iniziativa. “È fantastico vedere l’entusiasmo e l’ambizione che molte città hanno già condiviso con noi. Vorrei incoraggiare vivamente le città a partecipare a questo invito, e non solo quelle che sono già molto avanti nel percorso verso la neutralità climatica, ma anche quelle che si trovano in una fase più precoce della loro trasformazione.

L’obiettivo della missione

Se vogliamo raggiungere la neutralità climatica entro il 2050 le città dovranno esserne all’altezza dato l’indiscutibile ruolo che ricoprono a livello globale. Pur occupando solo il 4% della superficie terreste dell’UE infatti, ospitano il 75% dei cittadini europei. Inoltre le città sono responsabili del 65% dei consumi energetici mondiali e rappresentano oltre il 70% delle emissioni globali di CO.

In questo contesto si inserisce la missione che punta ad accelerare il processo di trasformazione verde e digitale delle aree urbane, offrendo ai cittadini aria più pulita, trasporti più sicuri, meno congestione e rumore.

I vantaggi per le città

Una volta manifestato il proprio interesse per la missione, le città verranno selezionate da un team indipendente di esperti che annuncerà i fortunati vincitori entro aprile 2022.

A questo punto le future città intelligenti, potranno preparare i “Climate City Contracts”, redatti con l’aiuto di una Mission Platform, parte integrante del progetto NetZeroCities.

I vantaggi saranno molteplici: dallo sblocco di ulteriori finanziamenti sempre nell’ambito di Horizon Europe, alla consulenza tecnica su misura e interscambio di informazioni in tempo reale, fino all’aumento della propria visibilità e, di conseguenza, nell’aumento della propria attrattiva verso investimenti privati.

Ogni città che desidera partecipare alla missione avrà a disposizione un kit informativo per sviluppare al meglio le strategie verso la neutralità climatica.

Ci sarà tempo fino al 31 gennaio 2022 per rispondere al bando “100 città intelligenti e a impatto climatico zero entro il 2030“.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui