Nanterre Coeur Universitè, un ecoquartiere a consumo zero

A pochi chilometri da Parigi, Nanterre Coeur Universitè, è un esempio unico di eco-quartiere dove il 100% dell’energia consumata è autoprodotta

Nanterre Coeur
Nanterre Coeur Universitè – Foto credits © Anne-Claude Barbier

Nanterre Coeur Universitè si è aggiudicato il Gran Premio quartiere sostenibile ai Green Solution Awards 2021

(Rinnovabili.it) – Tra i recenti vincitori dei Green Solution Awards c’è anche il maxi progetto di riqualificazione per Nanterre Coeur Universitè. Il progetto fa parte degli interventi di rigenerazione urbana su grande scala, intrapresi da Parigi e portati avanti da UrbanEra, specializzati nella pianificazione urbanistica.

Ben 76.000 mq di superficie sono stati riqualificati dal progetto Nanterre Coeur Universitè, che ha riunito in un unico tessuto abitativo un territorio frammentato tra l’Università di Paris La Defence, dalla vicina stazione ferroviaria e l’aeroporto ed il quartiere popolare in ristrutturazione.

>> Scopri gli altri progetti vincitori dei Green Solution Awards 2021 <<

Di fatto il progetto si è rivelato essere un nuovo vibrante ecoquartiere, dotato di tutti i servizi necessari con un’elevata qualità della vita, vicinanza ai servizi, efficienza energetica e costi ridotti, nonchè ampi spazi verdi ricchi di biodiversità.

Architettura attenta al contesto

Nanterre Coeur Universitè - foto credits Gregoire Cretinon
Nanterre Coeur Universitè – foto credits Gregoire Cretinon

Il progetto è estremamente eterogeneo: 497 unità abitative di cui buona parte destinati ad edilizia sociale o a prezzi limitati; due edifici per uffici sviluppati secondo il marchio Green Office; 30 attività commerciali e ristoranti; un parcheggio comune con 770 posti.

All’interno del progetto per l’eco quartiere Naterre Coeur Universitè hanno collaborato diverse firme dell’architettura contemporanea francese e parigina. Pur distinguendosi per le scelte estetiche, tutti gli edifici hanno in comune una caratteristica: l’attenzione alla sostenibilità ed all’efficienza.

Leggi anche Come trasformare un quartiere ad alto consumo in uno Net Zero Energy

La qualità dei materiali e l’attenta progettazione dell’involucro hanno reso le abitazioni veri esempi di Architettura passiva, con un fabbisogno energetico per il riscaldamento pari a 15kWh/mq/anno.

La forza della natura

Nanterre Coeur Universitè - foto credits Gregoire Cretinon
Nanterre Coeur Universitè – foto credits Gregoire Cretinon

Oltre ad essere dotato di tutti i comfort ed i servizi, il quartiere di Nanterre Coeur Universitè lascia ampio spazio alla natura ed alla biodiversità, tanto da essersi guadagnato la certificazione HQE®Aménagement et Biodivercity. Si tratta di un sistema di riferimento che consente a pianificatori e paesaggisti, di progettare spazi urbani sostenibili dove benessere sociale, resilienza e biodiversità vivono in simbiosi.

Il primo quartiere a doppia smart grid

Nanterre Coeur Universitè - foto credits Gregoire Cretinon
Nanterre Coeur Universitè – foto credits Gregoire Cretinon

I primati del nuovo eco quartiere si estendono anche all’efficienza energetica ed impiantistica. Nanterre Coeur è il primo quartiere a doppia smart grid in Francia, dotato cioè sia di un circuito termico che di uno elettrico. L’ottimizzazione delle due reti avviene grazie ad un sistema di gestione digitale che arriva ad assicurare il consumo del 100% di energia autoprodotta dallo stesso quartiere, senza sprechi.

Le fonti energetiche utilizzate sono:
– I pannelli fotovoltaici;
– 90 sonde geotermiche prelevano e immagazzinano il calore e il freddo della terra a seconda delle stagioni ,

– il sistema aerotermica recupera l’aria esterna sui tetti,
– il recupero di calore dalle acque reflue riutilizzato per il preriscaldamento dell’acqua sanitaria,
– la cogenerazione da biomassa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui