Smart City Expo World Congress 2022: l’innovazione urbana parte da Barcellona

“Città ispirate dalle persone” questo il tema dello Smart City Expo World Congress di Barcellona, l’evento internazionale dedicato alle soluzioni innovative per le città di domani

Foto di David Mark da Pixabay

Lo Smart City Expo World Congress si terrà alla Fiera di Barcellona dal 15 al 17 novembre 2022

(Rinnovabili.it) – Da oggi fino a giovedì, la Fiera di Barcellona ospiterà lo Smart City Expo World Congress (SCEWC), l’evento internazionale dedicato alle soluzioni urbane intelligenti. L’obiettivo è individuare un piano condiviso per un Pianeta urbanizzato si, ma più sostenibile e vivibile.

Il team scelto per quest’anno è Cities Inspired by People e vedrà la partecipazione di oltre 700 città e regioni tra le quali Amsterdam, Atlanta, Barcellona, ​​Berlino, Boston, Bruxelles, Buenos Aires, Doha, Francoforte, Kiev, New York, Parigi, Quito, Reykjavik, Rio de Janeiro, Roma, Seoul, Stoccolma , Sydney, Tel Aviv, Tokyo e Vienna. Lo SCEWC sarà anche il momento per presentare i progetti nazionali smart portati avanti da Austria, Belgio, Brasile, Canada, Cile, Repubblica Ceca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, India, Israele, Italia, Giappone, Lettonia, Lussemburgo, Messico, Paesi Bassi , Irlanda del Nord, Norvegia, Polonia, Portogallo, Corea del Sud, Spagna, Svezia, Svizzera e Stati Uniti.

Otto temi per affrontare il futuro urbano

Lo Smart City Expo World Comgress 2022 sarà organizzato in otto temi: Tecnologie abilitanti, Energia e ambiente, Tomorrow.Mobility World Congress, Governance, Living e inclusione, Economia, Infrastrutture e edifici e Sicurezza.

Ad arricchire l’evento ci saranno tre relatori d’eccezione tra gli altri: Elizabeth Diller, architetto che ha studiato come modellare il comportamento attraverso lo spazio urbano pubblico ed autrice della High Line di New York e di The Shed. Il giardiniere gangsta Ron Finley che attraverso i guerrilla gardening ha trasformato Los Angeles. E Hannah Fry, docente di matematica all’Università di Londra, che ha codificato i modelli di un’ampia gamma di attività sociali.

Il futuro della mobilità

Un Pianeta densamente popolato non può prescindere da un sistema di trasporto sostenibile ed efficiente. E’ questo l’obiettivo di Tomorrow.Mobility organizzato in collaborazione con EIT Urban Mobility e che cercherà di fissare punti chiave per mettere il trasporto pubblico come priorità globale, soprattutto in un contesto come quello attuale in cui aumentano i prezzi energetici. Per ridurre le emissioni, intensificare l’elettrificazione e la micromobilità per raggiungere la neutralità climatica.

La tecnologia all’avanguardia per le smart city

Altra componente interessante dello Smart City Expo World Congress è PUZZLE X, dedicato alle tecnologie all’avanguardia. All’evento parteciperanno sia i visionari che i leader di settore e le governance locali, affrontando temi che spaziano dal Metaverso al 5G, dalla biologia trascendente al mondo quantico.

Il direttore di SCEWC, Ugo Valenti, ha affermato che “essere ancora una volta la capitale delle smart city è un grande onore per Smart City Expo. Accogliere oltre 700 città e un numero significativo di sindaci e ministri di diversi paesi rafforza il nostro ruolo di elemento chiave nell’agenda globale dell’innovazione urbana. Barcellona e l’evento non sono solo il luogo in cui le organizzazioni leader del settore incontrano i clienti una volta all’anno, sono diventate un motore di innovazione e cambiamento nel panorama urbano. Ed essere in grado di aiutare a trasformare il mondo in un posto migliore e raggiungere un pianeta più sostenibile e vivibile è stato il nostro obiettivo fin dal primo giorno”.

Tra gli appuntamenti da tenere in considerazione la conferenza organizzata dal WorldGBC sulle Circular Cities, e l’appuntamento del World Economic Forum sulla Cyber resilienza. Nella giornata odierna inoltre verrà presentato il report Building a Future-Ready City, un’analisi condotta da ThoughtLab e Hatch su 200 città globali, che identifica quali realtà urbane sono maggiormente preparate per soddisfare le aspettative del futuro.

Articolo precedenteEcco il Global Shield: così il G7 “assicura” la finanza per il clima
Articolo successivoEmissioni di metano, identikit della bistecca che inquina come la Germania

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui