Air France e KLM introducono il contributo SAF, per finanziare il biofuel

Sui voli da Francia e Olanda, le due compagnie aeree introducono il “contributo SAF” acronimo di “carburante aereo sostenibile”. Lo scopo è di estendere l’utilizzo del biofuel sui propri collegamenti, al fine di ridurre le emissioni di CO2

aire france

di Andrea Barbieri Carones

(Rinnovabili.it) – Da Air France e KLM arriva il contributo Sustainable Aviation Fuel (SAF) applicato su tutti i biglietti che le 2 compagnie aeree emetteranno per voli in partenza da Francia o Olanda.

L’obiettivo del gruppo franco-olandese è quello di aumentare la percentuali di aerei che volano col buocarburante, con l’obiettivo finale di ridurre le emissioni di CO2. E per far volare i propri passeggeri in maniera più sostenibile.

Del resto, sia Air France sia KLM sono convinte che l’uso del carburante sostenibile per l’aviazione sarà uno dei principali fattori trainanti per raggiungere l’obiettivo net zero entro il 2050.

Leggi anche Danimarca, dal 2030 voli aerei completamente ecologici

Il carburante sostenibile può ridurre in media dell’80% l’impatto dei voli sull’ambiente durante l’intero ciclo di vita. Costituiscono quindi, insieme al rinnovo della flotta e all’ecopilotaggio, una leva importante per raggiungere l’obiettivo di zero emissioni nette di CO2 entro il 2050 e rispettare gli impegni del Gruppo.

In realtà sono già alcuni anni che Air France e KLM utilizzano il SAF su alcuni dei propri collegamenti. Ora vogliono accelerarne l’uso e aumentarne la produzione, con l’impegno a utilizzarlo in misura del 5% nel 2030 e fino al 63% nel 2050.

Un impegno importante, come spiega Stefan Vanovermeir, direttore generale di Air France-KLM East Mediterranean.

Oggi, la produzione mondiale di SAF copre solo lo 0,1% circa del consumo totale di carburante dell’industria aeronautica. Dobbiamo accelerare la produzione. Ed è per questo che stiamo gradualmente utilizzando il SAF su tutti i nostri voli in partenza dalla Francia e dai Paesi Bassi a partire da gennaio 2022. Rispetto all’anno scorso, nel 2022 il gruppo raddoppierà l’uso totale di carburante sostenibile per l’aviazione“.

Tale contributo sarà applicato a tutti i voli in partenza o in transito in Francia e Paesi Bassi e varia da 1 euro per i voli in Europa fino a 4 euro per i voli intercontinentali in classe Economy.

Leggi anche A Milano Linate è disponibile il biofuel per aerei privati

Oltre al contributo SAF, diamo ai clienti che acquistano i loro biglietti online anche la possibilità di ridurre ulteriormente le loro emissioni di CO2 investendo in carburante per l’aviazione sostenibile. Ciò significa che ciascuno può decidere il grado di sostenibilità con cui intende volare“.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui