L’auto elettrica mette insieme Renault e Bollore

La casa automobilistica francese e il gruppo industriale Bollore hanno annunciato l’intenzione di lavorare insieme per implementare nuovi progetti dedicati al car-sharing elettrico

L'auto elettrica mette insieme Renault e Bollorè(Rinnovabili.it) – La mobilità francese rinnova la sua fede verso l’auto elettrica. Momento di difficoltà o meno per il settore dell’automotive mondiale, nel Paese d’Oltralpe la meta da raggiungere nell’ambito dei trasporti non potrebbe essere più chiara e sostenibile, come conferma l’ultimo accordo di settore. La casa automobilistica Renault e il gruppo industriale Bollore hanno infatti, proprio in questi giorni, firmato una lettera di intenti dedicata all’implementazione di nuovi progetti dedicati all’e-mobilty.

 

Nel dettaglio, l’accordo si focalizzerà su tre aree di collaborazione, a partire dalla creazione di una nuova joint venture tra le due realtà, finalizzata alla commercializzazione di soluzioni complete di car-sharing elettrico in Francia e all’estero. Il modello sarà quello offerto dall’Autolib parigino di Bollore che ad oggi ha già convito ben 55 comuni francesi, oltre ad essersi aggiudicato contratti a Lione, Bordeaux e Indianapolis. L’intesa verte anche sulla possibilità di trasferire allo stabilimento di Dieppe del gruppo Renault, parte della produzione delle Bluecar, la citycar progettata da Pininfarina, e del nuovo modello convertibile che sarà lanciato il prossimo giugno. Ultimo, ma non meno importante obiettivo dell’accordo, la possibilità per la Renault di sviluppare e produrre un nuovo veicolo elettrico a tre posti, dotato di una batteria da 20 kWh e con un’autonomia di oltre 200 km, da destinare specificatamente al servizio Autolib.