Auto elettriche, Volkswagen vuole abbattere i costi

Batteria universale agli ioni di litio: questa l’idea di Volkswagen per tagliare i costi di produzione delle auto elettriche

Auto elettriche, Volkswagen vuole abbattere i costi

 

Le auto elettriche presentano numerosi vantaggi, dal non produrre emissioni nocive al poter approfittare di significativi sconti. Questi veicoli, infatti, godono dell’esenzione dal bollo auto (le modalità cambiano però da regione a regione) e di agevolazioni sulla polizza Rca. Una bella notizia per tutti quegli automobilisti italiani impegnati nella ricerca di una Rc auto conveniente, magari aiutandosi con un servizio di comparazione assicurazione auto come quello offerto da SuperMoney per trovare in pochi minuti la soluzione meno costosa.

 

E tuttavia non si può certo dire che le vendite di auto elettriche siano decollate, in Italia quanto nel resto del mondo. Il motivo è ovviamente il costo elevato dei veicoli a zero emissioni, difficile da sostenere in un momento economico così delicato come quello che stiamo affrontando. Proprio su questo punto sono già al lavoro sia il Governo, dove un paio di settimane fa è stato presentato un ddl finalizzato ad incentivare l’acquisto di auto elettriche, sia le grandi compagnie del settore automotive.

In particolare, le ultime novità su questo fronte arrivano dalla tedesca Volkswagen, la quale sta lavorando ad un modo per tagliare i costi di produzione delle vetture elettriche. L’idea è quella di realizzare un modulo di batterie al litio universale, così da ottimizzare i costi dei componenti necessari alla costruzione delle auto elettriche.

 

Batteria universale: costerà la metà

Il progetto di una batteria agli ioni di litio adattabile a tutti i modelli elettrici prodotti da Volkswagen è stato annunciato pochissimi giorni fa da Heinz-Jacob Neusser, capo della Divisione Sviluppo del Gruppo tedesco. Il risultato auspicato sarebbe di ridurre i costi di produzione del 66%, in modo da poter offrire al cliente veicoli altamente performanti, ma a prezzi più competitivi.

Al momento, ogni auto elettrica prodotta da Volkswagen si serve infatti di batterie diverse. Quelle per la e-Golf, ad esempio, sono prodotte da Panasonic, mentre Samsung realizzerà quelle per la prossima Volkswagen Passat GTE.

 

Auto elettriche: previsioni di mercato

Nel 2014, solo in Europa sono state vendute circa 65 mila auto elettriche secondo i dati dell’Associazione Europea per l’Auto Ibrida ed Elettrica. Il modello più venduto è la Nissan Leaf, subito seguita dalla Renault Zoe.

L’incidenza dei veicoli a zero emissioni sul mercato globale è però ancora molto ridotta, attestandosi intorno allo 0,5%. Certo, si tratta pur sempre di un valore quintuplicato rispetto al 2011, ma ancora lontano dalle aspettative degli ecologisti.

Oltre ad una maggiore diffusione di infrastrutture di ricarica, questo timido successo è dovuto anche al costo delle batterie, che nel giro di 5 anni è sceso di circa il 60% (dati contenuti nell’analisi New Energy Finance di Bloomberg).

Articolo precedenteLa ricerca dell’innovazione
Articolo successivoGuayule: storia tra passato e futuro

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui