Car sharing ecologico, in Provincia di Milano si pronuncia “E-vai”

L’iniziativa è nata dall’accordo per lo sviluppo del progetto di mobilità sostenibile stipulato tra la Provincia, Trenord e Sems. Podestà: “Si tratta di un servizio che porterà maggiori benefici all’ambiente”

Car sharing ecologico, in Provincia di Milano si pronuncia “E-vai”(Rinnovabili.it) – Nuovi parcheggi riservati al car sharing ecologico “E-vai”, il servizio di condivisione auto integrato al sistema ferroviario lombardo, nato dalla collaborazione tra la Provincia di Milano, Trenord e Sems (società del Gruppo FNM che opera nei servizi per la mobilità sostenibile). Il 26 luglio infatti è stata presentata una delle tre nuove postazioni con cui il progetto intende incrementare l’offerta del servizio, al fine di garantire elevata accessibilità ai dipendenti, agli utenti delle sedi istituzionali della Provincia e a tutti i cittadini previa iscrizione gratuita al servizio. L’obiettivo è quello di estendere “E-vai” ai più importanti snodi nevralgici del sistema di trasporto pubblico regionale.

 

Il parco mezzi è costituito da veicoli elettrici, quali Peugeot iOn, Mitsubishi I-miev, Citroen C-zero, Fiat Panda, o a basso impatto ambientale, come la Fiat Punto Evo biffe o la Citroen C3 bifuel. “Il servizio di Car sharing ecologico E- vai è un’iniziativa molto interessante: i cittadini possono utilizzare la macchina quando ne hanno bisogno e usarla solo per il tempo necessario – ha dichiarato il Presidente della Provincia di Milano, Guido Podestà – . Questo vuol dire meno automobili in circolazione, ma soprattutto meno inquinamento perché il parco auto allestito nelle postazioni è al 70% elettrico e per il restante 30% si tratta di auto Euro 5”. “L’abbinamento con il servizio ferroviario offerto da Trenord – ha aggiunto Stefano Fausti, direttore marketing e customer care di Trenord – consente nuove esperienze di utilizzo dell’auto condivisa: si può ad esempio arrivare in treno a Cadorna e noleggiare una delle auto e-vai per le proprie commissioni in una delle sedi della Provincia, muovendosi liberamente in città nelle corsie preferenziali e parcheggiando gratuitamente nelle strisce blu e gialle oltre che negli stalli dedicati”.