Carburante verde prodotto a Marghera per le navi Nato

Presidente Veneto: altro passo avanti per ridare futuro ad un’area produttiva preziosa

Veneto“L’accordo tra la Marina Militare Italiana e quella degli USA per produrre biodiesel da utilizzare sulle navi Nato a Porto Marghera, nella raffineria Eni, è la testimonianza più chiara e concreta di quel nuovo futuro per l’intera zona al quale come Regione lavoriamo da anni”. Così il presidente del Veneto sull’accordo firmato ieri tra il Capo di Stato Maggiore della Marina Militare Iitaliana, Ammiraglio di Squadra Giuseppe De Giorgi, e Ray Mabus, segretario della Marina degli Stati Uniti d’America, per una “Flotta verde” con la prevista fornitura di 300 mila tonnellate l’anno di biocarburante, che potrebbero arrivare a 500 mila.

“Abbiamo lavorato per anni – ha ricordato il governatore – per creare le condizioni di un nuovo sviluppo in un’area ripristinata, ampia e in posizione strategica, nella quale attrarre nuovi investimenti finalizzati alla riconversione industriale degli impianti e alla valorizzazione delle professionalità presenti nell’area. E abbiamo anche considerato prioritarie le opportunità offerte dalla Green Economy, con particolare riferimento alle produzioni di biocarburanti e della biochimica da biomasse no food (green chemistry). Questo accordo è una sorta di punto di svolta, una boa che segna il cambio di rotta nell’itinerario che abbiamo costruito”.