Il prototipo Hyperloop corre veloce nel deserto del Nevada

Il prototipo del treno super veloce immaginato da Elon Musk si mette alla prova nel primo test pubblico e una velocità di 187 kmh. Ma il progetto è ancora troppo lontano dalle promesse fatte

Il prototipo Hyperloop corre veloce nel deserto del Nevada

 

(Rinnovabili.it) – Il primo test pubblico su pista di Hyperloop è durato meno di due secondi, ma tanto è bastato al rudimentale prototipo di treno a ipervelocità per conquistare la folla di investitori, tecnici e media presenti. In realtà la dimostrazione, avvenuta ieri nel bel mezzo del deserto del Nevada, ha avuto come protagonista solo un abbozzo del fantascientifico treno immaginato dal miliardario Elon Musk: una slitta motorizzata lunga circa tre metri è scattata sui binari in metallo raggiungendo in soli 1,1 secondi una velocità di 187 kmh. La corsa è stata frenata una montagna di sabbia dal momento che al prototipo non sono ancora stati aggiunti i freni.

 

 

Entusiasmi di Hyperloop One a parte (è una delle due società che ha deciso di realizzare il progetto di Musk), lo sviluppo del progetto sembra procedere in maniera cauta e a volte fin troppo disordinata. Il concetto originale, quello per intenderci pubblicato nel 2013 dal CEO di Tesla Motors, immaginava delle capsule pressurizzate fatte viaggiare all’interno di una rete di tubi su un cuscino d’aria.

 

Il documento preliminare allora rilasciato, ipotizzava un percorso da Los Angeles alla Baia di San Francisco (560 km) che Hyperloop avrebbe percorso in appena 35 minuti grazie ad una velocità media di circa 970 kmh. Il paper ipotizzava anche i costi necessari: 6 miliardi di dollari per una versione soli passeggeri e il circuito sopra citato Los Angeles-San Francisco.

 

Musk ha deciso tuttavia di non farsi carico della realizzazione rendendo la tecnologia esplicitamente open source. Da qui il percorso disorganizzato con cui il progetto è portato avanti dalle diverse aziende formatesi in questi anni Hyperloop One è oggi in piena guerra di brevetti con la rivale Hyperloop Transportation Technologies (HTT), che ha annunciato il 10 maggio di aver ottenuto una licenza esclusiva per l’utilizzo della levitazione magnetica passiva per lo sviluppo di questi mezzi di trasporto e di voler mostrare a breve i propri progressi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui