Il Parlamento Ue vota per modernizzare le vie navigabili interne

Le vie navigabili interne al centro della nuova votazione Ue, utile per stabilire l’impiego del Fondo di Riserva e le caratteristiche delle navi più idonee a spostarsi in città

vie navigabili interne(Rinnovabili.it) – E’ stata una settimana intensa per i trasporti europei. Al centro dei dibattiti tra i paesi le vie degli spostamenti di merci e passeggeri tornano ad essere protagoniste anche le vie navigabili interne. Proprio oggi il Parlamento europeo ha votato in prima lettura due proposte della Commissione in materia di navigazione interna per facilitare l’utilizzo del Fondo di Riserva e per definire nuovi requisiti tecnici per le navi adatte alla navigazione interna.

Il vicepresidente della Commissione Siim Kallas, responsabile per i trasporti ha dichiarato: “Accolgo con favore il voto del Parlamento su queste due proposte. Il settore della navigazione interna deve essere una vera alternativa per il trasporto e il nostro pacchetto di proposte è necessario per utilizzare fiumi e canali d’Europa al loro pieno potenziale a vantaggio della rete di trasporto”.

 

Il NAIADES II “Verso qualità della navigazione interna”, adottato nel settembre 2013, supporta le attuali decisioni stabilendo un programma d’azione per il periodo 2014-2020 che mira a creare condizioni favorevoli per la navigazione interna nel settore delle infrastrutture, dell’innovazione, del funzionamento del mercato, delle norme ambientali, dei posti di lavoro e delle competenze.

Il Fondo di Riserva del settore del trasporto per via navigabile comprende attualmente circa  35 milioni di euro e non è mai stato utilizzato. Con il voto di oggi, il Parlamento si impegna ad ampliare la portata delle misure nei confronti dei programmi di formazione, non solo per i lavoratori del settore, ma per tutti i membri del settore. Inoltre, sarà possibile utilizzare i fondi per l’innovazione del settore navale e del loro adattamento al progresso tecnico per quanto riguarda l’ambiente.