Il Rally Dakar della Bolivia ha un’anima green

Per la prima volta in Bolivia il Rally Dakar nel paese incontra un programma di iniziative per la salvaguardia dell’ambiente e la riduzione dei rifiuti

Rally Dakar 2014(Rinnovabili.it) – Iniziato solo da pochi giorni in Argentina il Rally Dakar 2014 è atteso per i prossimi giorni per la tappa che per la prima volta attraverserà la Bolivia. Il paese, che attende i concorrenti per il 12 Gennaio, ha già in programma un’organizzazione tale da ridurre al minimo l’impatto ambientale dell’evento.

Raggiungeranno il paese 176 motociclette, 41 quod, 152 automobili e 71 camion provenienti da 50 nazioni ma il ministro dell’Ambiente e dell’Acqua della Bolivia, José Zamora, ha riferito che sono state prese misure ambientali per evitare un impatto sull’ecosistema durante la tappa boliviana della gara.

 

Oltre a prevenire i danni ambientali l’organizzazione sta valutando i possibili rischi e abbozzando piani di intervento per limitare i problemi ambientali assicurando la presenza di esperti e tecnici del Servicio Nacional de Áreas Protegidas lungo il percorso della manifestazione per garantire il rispetto degli obiettivi di sicurezza.

Per garantire la presenza di acqua la Bolivia ha annunciato di aver messo a disposizione di tutti i partecipanti e dei visitatori  un serbatoio che sarà in grado di contenere un milione di metri cubi di acqua potabile. Per quanto riguarda i rifiuti il Governo ha annunciato di aver messo in piedi un sistema di raccolta che coprirà l’intera area dove sarà elevata la presenza di turisti che oltre a godersi lo spettacolo dovranno garantire una condotta ambientalmente sostenibile per rendere ancora più piacevole la manifestazione, che per la prima volta farà tappa in Bolivia il 12 e 13 Gennaio.