Smart ready to share: si condivide l’auto privata

Debutta in 29 città tedesche l’AirBnB del settore automobilistico. È il nuovo servizio di condivisione dell’auto privata lanciato da Smart

Der private Carsharing Service “smart ready to share” startet im Frühjahr 2017 in ausgewählten deutschen Städten. // The private carsharing service “smart ready to share”  will start in selected German cities beginning 2017.
Der private Carsharing Service “smart ready to share” startet im Frühjahr 2017 in ausgewählten deutschen Städten. // The private carsharing service “smart ready to share” will start in selected German cities beginning 2017.

 

(Rinnovabili.it) – Un nuovo modello di car sharing fa il suo debutto in Germania. La Smart, casa automobilistica del gruppo Daimler AG, ha inaugurato il primo servizio di condivisone dell’auto privata, che già dalla prossima primavera sarà attivo in una serie di città tedesche.  ‘Smart ready to share’ – questo il nome dell’iniziativa -ricalca la semplicità d’utilizzo di uno dei maggiori servizi di car sharing oggi esistenti, fornendogli una veste nuova. Parliamo di car2go, un servizio di moovel GmbH, controllato da Daimler AG. “Nel 2008  – spiega la società in una nota stampa – car2go è stato il primo modello di car sharing a flusso libero a livello mondiale e da allora ha riscosso grande successo in tutto il mondo. Oggi è possibile noleggiare le smart car2go in ben ventinove città, ovunque ed in ogni momento a prezzi vantaggiosi”.

 

‘Smart ready to share’ permette agli iscritti di “mettere in comune” le proprie Smart: in pochi secondi, tramite il proprio smartphone, gli utilizzatori autorizzati possono salire a bordo e mettersi alla guida della smart di un amico. Ciò è reso possibile dalle tecnologie di riconoscimento digitale e satellitare già funzionanti per car2go, che eliminano la necessità di scambiarsi le chiavi della vettura.

 Un innovativo progetto che si rivolge ai giovani, ma anche da liberi professionisti e piccoli imprenditori, che possono così gestire il proprio parco veicoli in modo efficiente, andando incontro ai cambiamenti che sta affrontando la mobilità moderna.

“La nuova cultura della condivisione salvaguarda le risorse, è ecologica e sostenibile e da lungo tempo si è affermata anche nel mondo automotive. Il servizio di car sharing privato ‘smart ready to share’ è stato concepito per contribuire a migliorare la qualità della vita nei centri urbani. Il debutto in anteprima di questo servizio può essere equiparato all’AirBnB del settore automobilistico”. Il progetto diventerà realtà a partire dalla primavera 2017 con una fase di test sui modelli Smart Fortwo in quattro città tedesche: Berlino, Bonn, Colonia e Stoccarda.

Articolo precedenteGli Emirati Arabi investiranno 163 mld nelle rinnovabili
Articolo successivoDecreto Certificati Bianchi in dirittura d’arrivo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui