Mercedes-Benz si prepara a diventare completamente elettrica

Dal 2025 in poi, tutte le nuove architetture dei veicoli saranno esclusivamente elettriche e i clienti potranno scegliere un’alternativa full electric per ogni modello realizzato dall’azienda. Pianificate anche otto Gigafactory per le batterie

Mercedes-Benz
Credits: Mercedes-Benz AG

(Rinnovabili.it) – Mercedes-Benz investirà oltre 40 miliardi di euro tra il 2022 e il 2030 per sviluppare nuovi veicoli elettrici a batteria ed essere pronto per il mercato dell’e-mobility entro la fine del decennio. L’annuncio arriva oggi dallo stesso produttore tedesco che, con i partner, è attualmente impegno a realizzare anche otto Gigafatory. I piani prevedono di disporre di un modello a batteria in tutti i segmenti serviti dall’azienda entro il 2022. E dal 2025 in poi, sfornare architetture esclusivamente elettriche.

Leggi anche Auto elettriche 2021, abbiamo raggiunto una nuova pietra miliare

“L’avvento della mobilità elettrica sta prendendo velocità, specialmente nel segmento di lusso, a cui appartiene Mercedes-Benz. Il punto di svolta si sta avvicinando e saremo pronti quando i mercati passeranno al solo elettrico entro la fine di questo decennio”, ha affermato Ola Källenius, CEO di Daimler AG e Mercedes-Benz AG . “Questo passaggio segna una profonda riallocazione del capitale. Gestendo una trasformazione più rapida, salvaguarderemo i nostri obiettivi di redditività e garantiremo il successo duraturo di Mercedes-Benz. Grazie alla nostra forza lavoro altamente qualificata e motivata, sono convinto che avremo successo in questa nuova entusiasmante era”.

Nel dettaglio il piano tecnologico prevede il lancio di tre architetture:

  • MB.EA che coprirà tutte le autovetture di medie e grandi dimensioni, fornendo un sistema modulare scalabile che sarà la base del futuro portafoglio BEV (Battery Electric Vehicle ).
  • AMG.EA, una piattaforma elettrica progettata per le massime prestazioni, che si rivolge alle esigenze dei clienti esperti di tecnologia
  • VAN.EA che inaugurerà una nuova era per i furgoni elettrici e i veicoli commerciali leggeri. 

Leggi anche L’UE vuole zero emissioni auto e furgoni entro 15 anni

Il marchio intende far propria anche la tecnologia propulsiva. Per questo motivo, ha acquisito il produttore di motori elettrici YASA e la sua esclusiva tecnologia a flusso assiale. La società sa anche che, per tenere il passo con le nuove esigenze di e-mobility, avrà bisogno di batterie auto. Per la precisione di una capacità di oltre 2 GWh. A rispondere alla domanda saranno le future otto Gigafactory per la produzione di celle, in fase di realizzazione con partner internazionali; a cui si aggiunge la già pianificata rete di nove impianti dedicati alla realizzazione di sistemi di batterie. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui