Veicoli elettrici: il mercato dei sistemi di ricarica nel 2022 varrà 5,8 mld

Il mercato dei dispositivi di ricarica per veicoli elettrici è destinato a crescere in maniera esponenziale toccando i 5,8 mld entro il 2022. Lo evidenzia un nuovo rapporto della Navigant Research.

Veicoli elettrici(Rinnovabili.it) – Le vendite globali di veicoli elettrici plug-in (PEV) è aumentata di oltre il 55 per cento nel 2013, e il mercato è destinato a continuare a crescere ad un ritmo costante per i prossimi nove anni. Questo il cuore del rapporto che la società di ricerca Navigant research ha redatto sottolineando il ruolo fondamentale della crescita della diffusione dei sistemi di ricarica, e i prezzi sempre più bassi che spingeranno ancora oltre il mercato e il ricavi dalle vendite in tutto il mondo di dispositivi di ricarica (EVSE) crescerà da 567 milioni dollari l’anno nel 2013 a 5,8 miliardi dollari nel 2022.

 

“Il mercato della ricarica degli EV ha visto uno squilibrio tra il numero relativamente alto di caricatori disponibili e il numero di veicoli sulla strada, ma il rapporto si sta muovendo verso l’equilibrio e, in alcuni mercati, la domanda ricarica supera l’offerta,” dice Lisa Jerram, senior research analyst con Navigant Research. “Il mercato ha visto una ricchezza di offerte, tra cui una vasta gamma di EVSE con livelli di potenza e fasce di prezzo diverse, e questa diversità aiuterà la domanda di auto come aumentano le scelte dei consumatori.”

Al momento il mercato dei caricatori si divide tra attrezzature residenziali (destinati ad essere utilizzati da una sola persona o famiglia) e commerciale, che serve luoghi di lavoro, pubblici e servizi privati ma le prospettive evidenziano che il mercato vedrà una maggiore domanda di unità abitative piuttosto che commerciali fino al 2014.

Il rapporto,  “Electric Vehicle Charging Equipment”, analizzando il mercato EVSE globale ha fornito una valutazione delle apparecchiature di ricarica EV, la futura crescita del mercato e le principali tendenze del mercato e della tecnologia.