Arriva Visio.M, l’auto elettrica più economica di una a benzina

Progettato dall’Università Tecnica di Monaco il concept elettrico intelligente che aumenta la sicurezza dei passeggeri in caso di incidenti

Arriva Visio.M, l’auto elettrica più economica di una a benzina

 

(Rinnovabili.it) – Un veicolo elettrico che sia economicamente abbordabile e che sappia offrire nel contempo sicurezza e comfort combinati a consumi contenuti. In una sola parola Visio.M. Questo infatti è il nome del progetto (e del primo prototipo realizzato) condotto da un team di ricercatori della Technische Universitaet di Monaco. Gli ingegneri tedeschi, in collaborazione con specialisti di settore, hanno cercato di studiare nel dettaglio tutte le caratteristiche in grado di rendere l’auto elettrica un “fenomeno di massa”. Il risultato dell’impresa, finanziato dal Ministero federale tedesco dell’Istruzione la ricerca per due con un importo di 7,1 milioni di euro, è stato presentato al pubblico oggi in apertura di eCarTec.

 

Si tratta di una piccola due posti dal design sportivo e un motore elettrico da 15 kW, in grado di regalare al pilota una velocità massima di 120 km/h. Una batteria agli ioni di litio da 13,5 kWh (85 kg) montata dietro i sedili con una ricarica di 4 ore assicura un’autonomia di circa 160 chilometri. Il merito di questi consumi è però anche dell’estrema leggerezza del veicolo: appena 450 chilogrammi senza batteria. L’abitacolo è realizzato in plastica rinforzata in fibra di carbonio e alluminio mentre il policarbonato sostituisce il vetro.

Il vero clou di Visio.M è però il sistema di sicurezza sviluppato dagli ingegneri che permette di elaborare un’analisi anticipatoria del traffico circostante: grazie ad un sofisticato sistema di radar e sensori Visio.M è in grado di rilevare eventuali pericoli e rischi di collisione ed attivare i sistemi interni. Sistemi come i pretensionatori adattativi delle cinture di sicurezza, progettati affinché riducano le forze che agiscono sui passeggeri: quando il sistema rileva una collisione laterale imminente, il passeggero seduto dal lato dell’urto viene tirato verso l’interno del veicolo insieme al sedile appena prima della collisione.

Inoltre, gli occhi del conducente servono come punto fisso nel veicolo. Questo ha permesso ai ricercatori di posizionare i sistemi di sicurezza in modo ottimale, collegando all’orientamento visivo anche i comandi di elementi come la radio, l’aria condizionata, e assistenza alla navigazione. Per il momento Visio.M è ancora un prototipo ma l’obiettivo è la produzione di serie. I ricercatori hanno fatto sapere che un’eventuale produzione di serie dovrebbe consentire di offrire la due posti ad un prezzo inferiore rispetto ad un’analoga auto a benzina.

Articolo precedenteEnergia solare dalla Tunisia alle Isole britanniche
Articolo successivoIl Pacchetto clima-energia 2030 è fallimentare

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui