ZOE Renault, la parola al produttore

  A Francesco Fontana-Giusti, Direttore Comunicazione & Immagine Renault Italia, abbiamo chiesto di illustrare la posizione dell’azienda rispetto ai veicoli a propulsione ecologica.   Quanto è importante per Renault l’opzione elettrica? «Nell’attuale contesto in cui, da una parte, la regolamentazione della Commissione Europea obbliga al raggiungimento, entro il 31/12/2021, di una media di 95g CO2/km […]

ZOE Renault, la parola al produttore

 

A Francesco Fontana-Giusti, Direttore Comunicazione & Immagine Renault Italia, abbiamo chiesto di illustrare la posizione dell’azienda rispetto ai veicoli a propulsione ecologica.

 

Quanto è importante per Renault l’opzione elettrica?

«Nell’attuale contesto in cui, da una parte, la regolamentazione della Commissione Europea obbliga al raggiungimento, entro il 31/12/2021, di una media di 95g CO2/km per le autovetture nuove nell’UE, e dall’altra, le città adottano limitazioni alla circolazione sempre più restrittive, volte a ridurre l’inquinamento ambientale ed acustico legato all’automobile, Renault considera che oggi la mobilità elettrica rappresenti l’unica soluzione a “zero emissioni” (in fase di utilizzo). I veicoli elettrici contribuiscono positivamente alla riduzione dell’impatto ambientale. Tra il 2010 ed il 2013, il Gruppo Renault ha ridotto la sua impronta di carbonio del 10% per veicolo venduto (elettrico e termico). L’impatto ambientale globale del veicolo elettrico (riscaldamento globale e consumo di fonti non rinnovabili) è la metà di quello di un veicolo termico equivalente».

 

A quale profilo di utente si rivolge Zoe?

«I target principali sono aziende sensibili a politiche di mobilità sostenibile o interessate all’elettrico, quale strumento per trasferire un’immagine di innovazione e modernità, flotte pubbliche o privati attenti alle nuove tendenze e alla tecnologia, o con una sensibilità ecologica».

 

Come giudicate la risposta del mercato alla proposta di un veicolo elettrico? Rispetta le vostre attese?

«Il mercato elettrico europeo è ancora in forte crescita (+62% nel 2014 vs 2013 > crescita 20 volte più veloce vs crescita del mercato dell’ibrido). In particolare, alcuni mercati registrano una crescita superiore al 100%: UK, Danimarca, Svezia, Belgio. La Norvegia detiene oltre il 10% del mercato elettrico. Il mercato europeo dei VE ha sostenuto il mercato VE mondiale nel 2014 con 68.404 unità. Sulle strade europee circolano oggi oltre 173.000 VE.

Per quanto riguarda la performance di Renault sul mercato dei VE, Renault è leader europeo nel 2014, con un totale di 17.813 unità vendute; le vendite di Zoe, in particolare, registrano un’accelerazione (+27% in Europa) e l’infrastruttura di ricarica pubblica si è notevolmente sviluppata (+65% nel 2014 vs 2013), fattore che sta influenzando positivamente la crescita del mercato. L’Alleanza Renault-Nissan è leader mondiale dei VE, con oltre 217.000 VE venduti, dal lancio a fine 2014. Nel 2014 sono state venduti nel mondo oltre 82.000 unità dall’Alleanza, che equivale ad una quota di mercato del 56%, in crescita del 24%».