CONOU: “Raccogliamo l’olio usato fino all’ultima goccia”

Il Consorzio lancia la nuova campagna di sensibilizzazione sul corretto smaltimento dell’olio lubrificante usato

 

 

In occasione dell’Ecoforum 2018 Conou lancia il nuovo spot sull’olio usato

(Rinnovabili.it) – L’olio lubrificante usato può costituire una preziosa risorsa o un pericoloso problema ambientale. La differenza sta unicamente nella sua gestione. Se raccolto correttamente e riciclato, infatti, è in grado di fornire nuovi prodotti e risparmi sulla bolletta petrolifera. Se disperso, può penetrare nel terreno avvelenando le falde acquifere o contaminare l’acqua formando una pellicola impermeabile che determina la morte, per mancanza di ossigeno, di tutto ciò che vive al di sotto di essa. A ricordare questa fondamentale differenza è oggi la nuova campagna di sensibilizzazione del CONOU, il Consorzio nazionale per la gestione, raccolta e trattamento degli oli minerali usati.

In occasione dell’Ecoforum 2018 (di cui il consorzio è sponsor), il CONOU ha lanciato il nuovo spot sul corretto trattamento di questo rifiuto, che andrà in onda per tutto il periodo estivo sulle principali emittenti sportive nazionali. “Il filmato – si legge in una nota stampa – intende veicolare il messaggio educativo di non disperdere l’olio usato nell’ambiente perché, inquinando la falda acquifera, rischia di entrare nella catena alimentare; e invita a rivolgersi al Consorzio che, attraverso la sua filiera, lo ritira gratuitamente e lo trasforma – attraverso la rigenerazione – in una base lubrificante nuova”.

 

L’obiettivo della nuova campagna è migliorare la consapevolezza degli italiani in merito agli oli esausti. Consapevolezza che sta già progressivamente aumentando nel corso degli anni come dimostra l’indagine condotta da Lorien Consulting sulle conoscenze e i comportamenti in tema di rifiuti, presentata all’Ecoforum. Secondo il sondaggio, infatti, l’82% degli italiani ritiene che l’olio lubrificante usato sia da considerare un rifiuto pericoloso e il 59% è consapevole dei rischi di inquinamento ambientale connessi alla sua cattiva gestione. L’inquinamento delle falde e i pericoli legati alla combustione sono i due rischi maggiormente evidenziati dagli intervistati; per quanto riguarda lo smaltimento dell’olio usato della propria automobile, il 93% indica comportamenti corretti, un dato che scende all’89% per lo smaltimento dell’olio utilizzato dalle industrie: c’è chi pensa che sia possibile utilizzare l’olio usato direttamente come combustibile.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui