• Articolo Roma, 13 marzo 2013
  • Ecodom sigla un accordo di partnership con Fondazione CON IL SUD

    “Verso rifiuti zero”, quando l’innovazione è targata no-profit

  • Presentato ieri a Roma il bando nato per sostenere progetti finalizzati al riuso dei rifiuti urbani nelle provincie meridionali più virtuose

Zero rifiuti per le provincie eco-virtuose del Sud Italia

(Rinnovabili.it) – Le provincie meridionali più virtuose in tema di produzione di rifiuti procapite avranno da oggi un eco-strumento in più per migliorare la rispettiva gestione della spazzatura urbana. Si chiama “Verso Rifiuti Zero” ed è il titolo del Bando lanciato da Fondazione CON IL SUD, nell’ambito della linea di intervento “Cura e valorizzazione dei beni comuni”. La gara, presentata ieri a Roma presso la Città dell’Altra Economia, nasce con l’obiettivo di fornire a organizzazioni del terzo settore e del volontariato, in partnership con altri soggetti pubblici e privati (istituzioni, università, mondo economico e della ricerca), l’opportunità di proporre soluzioni innovative e interventi efficaci sul tema della prevenzione e riduzione a monte dei rifiuti.

 

“Si tratta prima di tutto di un’operazione dalla forte valenza culturale – ha dichiarato Carlo Borgomeo, presidente della Fondazione CON IL SUDperché i rifiuti vengono considerati una risorsa, beni comuni, e non più soltanto un problema”.

 

Un’ottica condivisa dalle oltre 60 proposte progettuali ricevute e che coinvolgono circa 400 organizzazioni tra terzo settore, volontariato, istituzioni locali, Enti Parco, Protezione Civile, istituti scolastici, enti ecclesiastici, associazioni di categoria. Nella pratica, l’iniziativa darà vita ad interventi in rete mirati alla riduzione dei rifiuti da conferire in discarica, senza necessariamente richiedere una riduzione dei consumi da parte dei cittadini di 10 provincie: Potenza, Cosenza, Vibo Valentia, Avellino, Benevento, Foggia, Lecce, Nuoro, Caltanissetta e Enna. Il sostegno della Fondazione riguarderà l’avvio o il potenziamento di nuovi servizi e attività, in un bacino di utenza abbastanza ampio da garantire la sostenibilità economica degli interventi proposti.

 

“Bisogna che tutti gli attori della filiera – ha spiegato l’Ing. Marco Sala, Operations Manager di Ecodom – contribuiscano alla realizzazione di iniziative coerenti con la gerarchia di gestione dei rifiuti stabilita dalla Comunità Europea (nell’ordine: prevenzione, preparazione per il riutilizzo, riciclo e recupero energetico): per questo Ecodom, in collaborazione con i propri Consorziati, sosterrà tra i progetti che saranno selezionati da Fondazione CON IL SUD quelli relativi alla preparazione per il riutilizzo dei RAEE, fornendo il proprio aiuto ad approfondire gli aspetti normativi, organizzativi e tecnici di questa attività”.