• Articolo Wenduine, 11 aprile 2012
  • Arte ambientale

    Il Gulliver di salice sulla spiaggia belga

  • Coniugano l’architettura, l’arte ambientale e il design urbano, le suggestive installazioni di Marco Casagrande, noto architetto finlandese.

(Rinnovabili.it) – “Non c’è altra realtà che la natura”. E’ il pensiero che esprime la consapevolezza ambientale di Marco Casagrande, l’architetto finlandese autore di numerose installazioni “ecologicamente coscienti”. Fin dalle prime fasi della sua carriera, Casagrande ha coniugato architettura, design urbano, scienza e arte ambientale, in quella che lui stesso definisce la “commedia dell’Architettura”. Un visione architettonica che mescola il rispetto per l’ambiente con il design urbano, e che ha portato Casagrande a sviluppare la teoria delle Città di terza generazione.

In questo contesto nasce Sandworm, una delle ultime installazioni dell’architetto, realizzata interamente con salice naturale e sabbia, sulle dune della costa Wenduine, in Belgio. Si tratta di una struttura organica, che evoca l’immagine letteraria di Gulliver imprigionato a terra dai Lillipuziani, perfettamente in armonia con l’ambiente circostante. Lunga 45 metri e larga 10, la Sandworm è stata realizzata, nel giro di 4 settimane, da Casagrande, il suo team di giovani architetti ed esperti locali di lavorazione della sabbia, al fine di creare un qualcosa che l’autore descrive come “architettura debole”. L’installazione, definita dai visitatori come una cattedrale di salice, si offre come luogo di relax e picnic, ottimo anche per meditare, all’interno della quale la luce del sole filtra delicatamente attraverso la trama dei rami di salice, creando uno straordinario gioco di luci ed ombre.