• Articolo Pechino, 3 aprile 2017
  • Le scoperte pubblicate sulla rivista dell’American Society Chemistry

    Inventati i pannelli solari che producono anche di notte

  • Grazie al fosforo a lunga persistenza, i pannelli solari assorbono anche lo spettro non visibile, convertendolo in luce monocromatica

Inventati i pannelli solari che producono anche di notte

 

(Rinnovabili.it) – Un team di scienziati provenienti da due università cinesi ha messo a punto pannelli solari in grado di generare energia anche nei giorni in cui il sole splende poco, piove, scende la nebbia e perfino di notte. I moduli utilizzano un materiale capace di captare lunghezze d’onda dello spettro luminoso finora scartata dagli assorbitori luminosi.

Secondo il professor Tang Qunwei, della Ocean University of China, l’obiettivo della ricerca è aumentare l’efficienza di conversione fotoelettrica della luce solare diretta, in modo da immagazzinarne quantità superiori e rilasciare le eccedenze in un secondo momento. Così sarebbe possibile coprire tutto l’arco della giornata producendo energia in diverse condizioni atmosferiche.

Insieme al gruppo di ricercatori guidati dal professor Yang Peizhi della Yunnan Normal University, Tang Qunwei ha sviluppato una cella solare utilizzando un materiale chiamato fosforo a lunga persistenza (LPP), capace di immagazzinare l’energia solare durante il giorno e rilasciarla quando fa buio. Il lavoro di Tang e Yang è stato recentemente pubblicato su una rivista accademica della American Society Chemistry.

 

«Attualmente, solo una parte della luce visibile può essere assorbita e convertita in elettricità. Ma quella porzione di spettro luminoso vicina all’infrarosso può comunque essere memorizzata grazie al fosforo a lunga persistenza, rilasciando luce visibile monocromatica di notte – ha spiegato Tang – Quest’ultima viene poi assimilata dagli assorbitori e convertita in energia elettrica».

Lo Shanghai Daily ha definito questa scoperta come «una rivoluzione nel fotovoltaico», poiché i pannelli solari ottenuti tramite questa tecnologia potrebbero aumentare la produttività e abbassare i costi dell’energia. Senza contare il vantaggio per paesi situati a latitudini che normalmente scoraggiano l’installazione del fotovoltaico, e che nel futuro potrebbero sopperire con celle LPP alle condizioni meteorologiche sfavorevoli.

Per la Cina la scoperta è un ulteriore passo avanti nel settore della ricerca di tecnologie per le energie rinnovabili. Gran parte dell’energia consumata internamente proviene da fonti fossili (carbone e petrolio), ma la seconda economia mondiale è anche il paese con più impianti fotovoltaici installati.

5 Commenti

  1. Yuri
    Posted giugno 26, 2017 at 5:50 am

    Dove si può comprare quel tipo di pannello che produce anche di notte e quanto costa un impianto di 3 kW è bello averlo

  2. Fabio fontemaggi
    Posted luglio 7, 2017 at 6:23 pm

    Ok ma quando saranno in commercio e a quanto?

  3. Matteo Trenetta
    Posted gennaio 1, 2018 at 10:13 pm

    SAREI INTERESSATO AD UN PREVENTIVO

  4. Mario Ermoni
    Posted febbraio 16, 2018 at 3:28 pm

    Prodotto interessante anche per la soluzione relativamente semplice. Tuttavia bisogna aspettare i tempi tecnici e commerciali per la produzione di questi pannelli. Gli interessi commerciali a volte ritardano lo sviluppo di queste nuove tecnologie.

  5. Daniela
    Posted marzo 20, 2018 at 5:21 am

    Buongiorno
    Gradirei un preventivo da 6kw !
    Cordiali saluti
    Daniela

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *