• Articolo Bergamo, 6 settembre 2012
  • Sedici unità residenziali complete di tetto giardino, serre solari, fotovoltaico e alte prestazioni

    Villaggio CasA Selvino: dove i sogni prendono forma

  • Un Villaggio Ecologico in Classe A Eco con un fabbisogno invernale inferiore a 28kWh/mqa, costruito con materiali naturali, tecnologie innovative e design di qualità.

Dove le alte prestazioni architettoniche ed il rispetto ambientale si uniscono, nascono progetti dalle grandi potenzialità. Ci troviamo a pochi chilometri da Bergamo nella splendida cornice della Val Seriana dove è in fase di ultimazione uno dei primi esempi di Villaggio ecocompatibile certificato in Classe A e costruito coniugando la grande innovazione tecnologica dell’efficienza energetica con il rispetto per l’ambiente e per il contesto.

A bassissime emissioni di CO2 e alte prestazioni energetiche, le 16 unità abitative del Villaggio CasAselvino sono state progettate dallo studio milanese AIACE, secondo le indicazioni della società di ingegneria Ing s.r.l., intenzionata a concretizzare quindici anni di esperienza e ricerca nel campo delle energie alternative. Ciò che distingue le abitazioni del complesso di Selvino da altre realizzazioni è l’attenzione riservata ai numerosi dettagli della progettazione ed alle successive fasi di costruzione, senza tralasciare alcun particolare, per arrivare a risultati sorprendenti. Sia durante il periodo invernale che nei

mesi estivi le abitazioni dimostrano prestazioni altamente performanti, trasformando l’involucro edilizio in un filtro tra interno ed esterno, permettendo il mantenimento di un microclima ideale.

Con un fabbisogno invernale per il riscaldamento inferiore a 28 kWh/mq anno, il Villaggio CasAselvino ha ottenuto la certificazione Classe A di CasaClima e la Classe A secondo il sistema C.EN.ED Lombardia, guadagnandosi anche la dicitura ECO per l’attenzione riservata agli aspetti ambientali, dimostrando di essere a tutti gli effetti un esempio di edilizia “Nearly Net Zero Energy”.

Numerose sono le attenzioni progettuali e costruttive riservate alle abitazioni, unendo le caratteristiche dell’architettura passiva per limitare i consumi, all’utilizzo di accorgimenti tecnologici innovativi in grado di produrre il quantitativo energetico necessario, grazie a fonti di energia pulita.

INVOLUCRO – Buona parte dell’efficienza delle abitazioni, deriva dalla qualità costruttiva dell’involucro edilizio. Realizzato con tasselli in legno preassemblati in fabbrica, inseriti  all’interno di un pacchetto di parete dotato sia di un cappotto termico esterno, che di diversi strati interni di isolante, raggiungendo così un valore di trasmittanza termica pari a 0,1W/mqK.

SERRA SOLARE – Anche l’attenzione alla disposizione delle stanze nonchè all’orientamento dell’intera struttura, è un elemento molto importante della costruzione. Le facciate a sud sono caratterizzate da Serre solari in grado di massimizzare i guadagni solari e minimizzare i consumi energetici: questo ambiente vetrato adiacente all’abitazione permette infatti di accumulare il calore diurno durante i mesi invernali, diventando nei mesi estivi un valido filtro tra interno ed esterno aprendosi sul giardino retrostante.

TETTO GIARDINO – Le stesse caratteristiche costruttive applicate alle partizioni verticali, sono state utilizzate per la realizzazione della copertura, ulteriormente  valorizzata dall’inserimento di un tetto a giardino pensile estensivo integrato ai pannelli fotovoltaici. Numerosi sono i benefici dell’utilizzo della copertura verde a partire maggior isolamento termico e dal’effetto positivo della vegetazione sul microclima esterno, inoltre il tetto giardino contribuisce a catturare una parte delle acque meteoriche evitando problemi di allagamento del sistema fognario.

ENERGIA RINNOVABILE – Ciascuna abitazione è dotata di 10 moduli fotovoltaici in silicio monocristallino della potenza di 2,4 kWp per la produzione di energia elettrica e di acqua calda sanitaria.

L’impianto ha un serbatoio inerziale elettrico ad alta efficienza con serpentina di carbonio per la produzione di acqua calda sanitaria, ricambio d’aria con recuperatore di calore a flusso incrociato e sistema a pannelli radianti a pavimento.

L’integrazione tra la ventilazione meccanica grazie al recuperatore di calore e la ventilazione naturale estiva grazie alla serra solare, permettono di abbattere circa il 50% sui consumi energetici, che integrati ai 3000 kWh/anno prodotti dai pannelli fotovoltaici consentono di risparmiare circa 1.300€ l’anno, dimostran do l’efficienza delle abitazioni anche dal punto di vista economico.