• Articolo Cambridge, 13 novembre 2015
  • Una analisi della Union of Concerned Scientists

    Le auto elettriche inquinano il 50% in meno di quelle a benzina

  • Dalla culla alla tomba, le auto elettriche generano la metà delle emissioni rispetto ai veicoli tradizionali. E i vantaggi continuano a crescere

Le auto elettriche inquinano il 50 in meno di quelle a benzina 3

 

(Rinnovabili.it) – Le auto elettriche generano la metà delle emissioni rispetto alle auto a benzina anche se si esamina tutto il ciclo di vita. Lo ha stabilito una valutazione della Union of Concerned Scientist, che ha ripreso in mano la ricerca del 2012 verificando grandi progressi nel settore della mobilità elettrica.

Gli esperti hanno analizzato tutte le fasi del processo per ciascun genere di vettura: dalla produzione di carrozzeria e batterie all’utilizzo su strada, fino allo smaltimento e al riuso/riciclo. «Abbiamo scoperto che le auto elettriche generano metà delle emissioni di una vettura media a benzina, anche conteggiando l’inquinamento derivante dalla produzione di batterie».

Entrambi i tipi di veicoli nascono in modo molto simile. Le materie prime vengono estratte, raffinate, trasportate e inserite in varie componenti che vengono assemblate poi nell’auto. Dato che le auto elettriche stoccano l’energia in grandi batterie agli ioni di litio (la cui produzione è ad alta intensità energetica), le loro emissioni in questa fase iniziale sono di solito superiori a quelle dei veicoli convenzionali. La produzione di un EV di medie dimensioni con una autonomia di 135 km, in questa fase genera circa il 15% di emissioni in più rispetto alle sorelle alimentate a benzina. Nel caso di un veicolo con autonomia maggiore (400 km) le emissioni nella fase di produzione possono essere fino al 68% più alte.

 

 

Ma le percentuali si ribaltano non appena l’auto finisce su strada. L’energia elettrica è in genere una fonte di energia pulita rispetto alla benzina. Le auto elettriche a batteria con autonomia maggiore sono in grado di compensare le alte emissioni in fase di produzione entro 18 mesi, mentre a quelle con autonomia inferiore bastano soli 6 mesi. Da qui in poi, iniziano i vantaggi ambientali nei confronti dei mezzi a benzina.

Negli Stati Uniti, Paese sul quale è centrato lo studio, per fare un paragone, l’auto a benzina dovrebbe poter percorrere circa 36 km con un litro. Durante il ciclo di vita su strada, le auto tradizionali contribuiscono al riscaldamento globale il doppio rispetto all’auto elettrica, mentre lo smaltimento di entrambi i tipi di veicolo (esclusi il riutilizzo o il riciclo delle batterie) è equivalente: produce meno di una tonnellata di CO2 in entrambi i casi.

Secondo l’UCS, ottimizzare la produzione degli EV e lo smaltimento o riuso delle batterie, potrebbe aumentare ulteriormente i loro benefici ambientali. Inoltre, man mano che aumenterà la quota di energie rinnovabili nel mix energetico, la forbice tra auto elettriche e tradizionali non potrà che allargarsi.

2 Commenti

  1. Alkè
    Posted novembre 19, 2015 at 1:14 pm

    Nei prossimi giorni inizierà il summit COP21 chissà se tra tutte le strategie per la tutela dell’ambiente dall’inquinamento industriale si cercherà di incentivare questo tipo di produzione permettendo di investire in ricerca e sviluppo a favore di tecnologie sempre più raffinate e ecologiche anche in fase di produzione.

    • Antonio
      Posted febbraio 19, 2016 at 1:38 pm

      MI spiace deluderti ma è molto probabile che sarà la solita delusione, guasi tutti i paesi europei investano molto sulle non rinnovabili tra cui anche il nostro paese:
      investimenti per estrazione del gas naturale dal sotto suolo
      Investimento in trivellazione petrolifera
      Investimento e mantenimento di ben 3 centrali nucleari attualmente attive
      Incentivi che più inquini più guadagni
      se volete potrei continuare per ore ma mi fermo qui
      Quindi in base a questo pensi proprio che gli stati vogliano davvero investire e finanziare progetti a basso o nullo impatto ambientali, mi spiace ma ne ora ne mai lo faranno finché ci guadagneranno di più lasceranno tutto cosi come è, adesso magari eludano di fare chi sa che per il territorio e l’ambiente ma poi non faranno niente e anzi peggioreranno la situazione già gravissima in cui tutti quanti siamo.
      Buona giornata

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *