• Articolo Malaga, 10 febbraio 2012
  • Un'innovazione per veicoli elettrici e smart city efficienti

    EV: Endesa sperimenta il caricabatterie del futuro

  • Un nuovo caribatterie per veicoli elettrici permetterà ai guidatori di caricare i propri veicoli sfruttando l’energia prodotta di notte, parte della quale viene giornalmente sprecata

(Rinnovabili.it) – La spagnola Endesa ha sviluppato un prototipo di carica batteria per veicoli elettrici (V2G-Vehicle to Grid) che consente di stoccare l’eccesso energetico prodotto dai parchi eolici nelle batterie delle-car e rimetterlo in rete nelle ore di picco della domanda. La nuova tecnologia potrebbe divenire una realtà entro il 2020 garantendo, oltre ai vantaggi ambientali anche un ricavo in termini di tempo per guidatori di EV. Un passo importante che potrebbe garantire lo sviluppo di smart grid, che necessitano di strumenti per ottimizzare la produzione e la distribuzione di energia al fine di migliorare l’equilibrio tra offerta e domande, tra produttori e consumatori.

Sviluppato da Endesa in collaborazione con CITCEA, il centro dell’Università Politecnica della Catalogna (UPC), e l’Istituto Catalogna per la ricerca energetica (IREC), questo innovativo sistema è attualmente in corso di convalida in laboratorio, prima di essere sperimentato nella Smartcity di Endesa a Malaga per testare il dispositivo in un ambiente reale con utenti veri.

I test sono stati effettuati utilizzando modelli compatibili di caricabatteria che sono stati adattati rispettando gli standard e la normativa, per poi procedere al montaggio del dispositivo su Mitsubishi i-MiEV.

Dopo un anno di ricerca, è stato possibile accertare che questa tecnologia offre molti vantaggi visto che con solo qualche aggiustamento gli utenti saranno in grado di utilizzare l’elettricità per alimentare i veicoli direttamente dalle loro case. E’ ben noto che l’elettricità non può essere stoccata in grandi quantitativi quindi, quando la produzione notturna non viene utilizzata si perde. Pensare di far convergere l‘energia eolica notturna verso le reti per la ricarica dei veicoli elettrici eviterebbe gli sprechi rendendo il sistema molto più efficiente.