• Articolo Milano, 9 luglio 2013
  • E' Bologna la città più "smartness" secondo il Report

    Smart City Index, il ranking dei 116 comuni più smart

  • Smart City Index è il primo strumento condiviso per misurare quanto c’è di Smart nelle città italiane, evidenziando le eccellenze per 9 aree tematiche e 150 indicatori, dall’ICT all’efficienza energetica

smart-city-index(Rinnovabili.it) – Come misurare il livello di “intelligenza” della tua città? Grazie a Smart City Index, il ranking di tutti i 116 Comuni capoluoghi di provincia italiani rivolto a pubblici e privati per aiutare a migliorare le politiche d’innovazione e lo sviluppo smart.

 

Oltre a misurare il livello di “smartness” delle città, il Report Smart City Index fornisce a tutti i soggetti coinvolti nella trasformazione, uno strumento univoco e dinamico, per misurare, conoscere e confrontare le differenti realtà locali, riassumendo le best practice e facendo emergere dei modelli comuni.

Il progetto firmato Between, società da sempre impegnata nei sistemi ICT, è stato realizzato grazie al supporto dei dati ufficiali forniti da organi istituzionali come ISTAT, MIUR, GSE, per misurarsi con l’attualità.

 

 

COME FUNZIONA Lo Smart City Index è un vero e proprio indice delle prestazioni e degli obiettivi già raggiunti dalle città, misurati a partire da 9 macro aree tematiche a loro vola associate ad altrettanti indicatori, per un totale di 153 indici, ciascuno dei quali :

  • Broad Band, ovvero la diffusione delle reti wi-fi, della fibra ottica e dei servizi mobile;
  • Smart Health, ovvero le potenzialità già sfruttate della sanità elettronica, multimediale e dei servizi offerti via web;
  • Smart Education, la scuola digitale misurata a partire dalla diffusione dei servizi multimediali nelle scuole;
  • Smartv Mobility, misurato sia a partire dal trasporto pubblico (come la digitalizzazione dei percorsi) che del trasporto privato;
  • Smart Government, pagamenti elettronici, open data, e servizi online;
  • Mobilità Alternativa, ovvero la diffusione delle auto elettriche, dei servizi di sharing o pooling e delle piste ciclabili;
  • Efficienza Energetica, con la misurazione degli smart building e degli smart lighting
  • Risorse Naturali, la gestione dei rifiuti, la qualità dell’aria ed il risparmio idrico;
  • Energie Rinnovabili, misurato a partire prima di tutto da fotovoltaico, idroelettrico ed eolico.

 

Ciascuno dei 116 capoluoghi italiani indagati da Smart City Index viene valutato in base alle 9 macro tematiche ed ai relativi sotto indicatori: si tratta di una classifica relativa pensata per misurare non il livello assoluto di “intelligenza”, ma la distanza tra la città migliore, con il punteggio 100 e le altre.

 

LA CITTA’ PIU’ SMART IN ITALIA – Secondo lo Smart City Index la città più “avanti” nel percorso di trasformazione in città intelligente è Bologna, non perché abbia tutte le innovazione necessarie, ma perché presenta innovazioni molto superiori alla media in quasi tutte le tematiche. Bisogna sottolineare che tra i 116 Comuni capoluogo di provincia sono le grandi metropoli ad occupare le posizioni più alte in classifica, sopratutto grazie alla maggiore disponibilità di risorse sia economiche che tecnologiche.

Dopo Bologna, Milano e Roma, è invece Reggio Emilia la prima delle città di media dimensione (superiori a 80.000 ab) ad occupare il 4° posto in classifica, seguita da Torino, Firenze, Brescia, Parma e Monza.

 

Tra i 54 Comuni di piccole dimensioni (meno di 80.000 ab) presi in considerazione da Smart City Index sembra essere la Lombardia a detenere il maggior numero di cittadine ben avviate verso lo “smartness”. Ovviamente la dimensione dei problemi delle piccole città è decisamente inferiore rispetto alle grandi metropoli, rallentando notevolmente il processo di trasformazione in smart city.

 

Visualizza il Report completo