AgrAbility sostiene gli agricoltori con disabilità

Lavorare in campo agricolo per chi ha una disabilità è difficile. L’organizzazione statunitense AgrAbility sostiene agricoltori, allevatori e altri lavoratori agricoli con disabilità per aiutarli a mantenere il lavoro

Agrability
Image by Pexels from Pixabay

di Isabella Ceccarini

(Rinnovabili.it) – Si può lavorare nel campo agricolo se si ha qualche disabilità? Negli Stati Uniti la risposta è affermativa grazie al supporto fornito da AgrAbility ad agricoltori, allevatori e altri lavoratori agricoli con disabilità.

Il programma è nato dal Farm Bill del 1990 e ad oggi conta 20 affiliati con l’obiettivo di fornire istruzione, networking e servizi diretti ai lavoratori agricoli con disabilità. Tra le disabilità sostenute da AgrAbility ci sono artrite, paralisi cerebrale, disturbi alla schiena e disabilità visive.

Secondo il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti, il 19% degli agricoltori negli Stati Uniti ha una disabilità. Si tratta di persone che spesso devono affrontare ostacoli, tra cui la mancanza di risorse finanziarie per pagarsi un alloggio, la carenza di professionisti formati per aiutarli e lo stigma degli altri agricoltori. Quelli che vivono nelle aree rurali hanno ancora più difficoltà a reperire le risorse necessarie per vivere e lavorare ed hanno maggiori problemi ad accedere ai trasporti, ai programmi educativi e all’assistenza sanitaria specializzata. Sono ancora molti gli agricoltori con disabilità che lottano per sentirsi inclusi o per essere accettati per quello che sono.

Leggi anche Agricoltura e pesca sostenibili? Con la tecnologia si può

Se gli agricoltori devono comunque combattere contro i prezzi bassi delle materie prime, il maltempo e le lunghe ore di lavoro, l’impegno di AgrAbility è l’eliminazione di ulteriori barriere per gli agricoltori con disabilità.

Nuove tecnologie per gli agricoltori con disabilità

AgrAbility, ad esempio, si occupa di aggiornare gli agricoltori con disabilità sulle nuove tecnologie in campo agricolo, specie quelle che forniscono un’assistenza alla disabilità: tra queste, ci sono i macchinari modificati per coloro che non possono arrampicarsi autonomamente su trattori tradizionali e attrezzature agricole modificate accessibili con sedia a rotelle.

Le attrezzature modificate hanno costi che non tutti gli agricoltori possono permettersi: a questo punto interviene AgraAbility con alcuni programmi messi in piedi insieme alle organizzazioni locali che aiutano gli agricoltori con disabilità a richiedere finanziamenti dedicati.

Motivazione e incoraggiamento sono alla base dell’azione di AgrAbility, nella convinzione che gli agricoltori con disabilità possano avere successo nel loro lavoro, ma nello stesso tempo hanno bisogno di accedere a programmi di formazione. AgrAbility offre valutazioni sul posto di lavoro e a casa, coaching sul lavoro, sviluppo delle competenze.

L’impatto del Covid-19 è stato pesante in tutto il settore agricolo statunitense: le sfide che AgrAbility deve affrontare a causa della pandemia sono molto dure, pur nella consapevolezza che gli agricoltori con disabilità fanno affidamento sul suo aiuto. Gli addetti di AgrAbility sono stati costretti a sospendere le visite in loco e gli incontri faccia a faccia. Non si tratta solo di un ostacolo logistico: il rapporto personale è un tassello fondamentale per creare fiducia e incoraggiamento negli agricoltori con disabilità.

Anche AgrAbility ha dovuto organizzarsi con incontri virtuali e webinar, e sta aggiungendo nuove informazioni sul sito web. L’importante è non arrendersi.

Leggi anche IFAD, aiutare l’agricoltura è aiutare lo sviluppo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui