Artico: record di temperature per le Isole Svalbard

Le temperature medie dell’arcipelago norvegese, tra il 2070 e il 2100, aumenteranno di 7-10° C a causa dei livelli di emissioni di gas serra

Record di temperature
Credits: Hal Tearse da Pixabay

Record di temperature: a 1300 km dal Polo Nord, registrasti 21,7° C

(Rinnovabili.it) – Secondo i dati dell’Istituto meteorologico norvegese, l’arcipelago delle Svalbard, situato nella Norvegia artica, ha raggiunto la scorsa settimana il suo record di temperature. Sfiorando per il secondo giorno consecutivo i 21,2°C, appena sotto i 21,3 gradi registrati nel 1979, il termometro ha raggiunto nel pomeriggio di sabato i 21,7°C, stabilendo così un nuovo record assoluto.

Il record di temperature è stato raggiunto a Longyearbyen, a circa 1.300 chilometri dal Polo Nord. Sede di oltre 2.000 persone, Longyearbyen è il principale insediamento delle Svalbard. Secondo diversi studi scientifici, il riscaldamento globale nell’Artico sta avvenendo ad un ritmo due volte superiore rispetto al resto del pianeta. L’ondata di calore a cui si sta assistendo, che dovrebbe durare fino ad oggi, segna un enorme incremento delle temperature normalmente registrate nel mese di luglio, il mese più caldo dell’Artico.

Leggi anche Si scalda la Siberia e gli incendi artici 2020 superano quelli del 2019

Il gruppo di isole, dominato da Spitzbergen, si trova nel suo insieme a circa 1.000 chilometri dal Polo Nord e le sue temperature si dovrebbero attestare intorno ai 5-8° C in questo periodo dell’anno. Sin da gennaio, la regione artica ha registrato dei record di temperature, con il termometro che ha segnato 5°C sopra la media di gennaio, registrando un picco di 38° C in Siberia a metà luglio, appena oltre il circolo polare artico.

Secondo un recente rapporto dell’Istituto meteorologico norvegese, dal titolo “Il clima delle Svalbard nel 2100”, le temperature medie dell’arcipelago tra il 2070 e il 2100 aumenteranno di 7-10° C, a causa dei livelli di emissioni di gas serra. Le trasformazioni sono già visibili. Dal 1971 al 2017 sono stati osservati tra i 3°C e i 5°C di riscaldamento, registrando dei record di temperature soprattutto in inverno.

Leggi anche Il disgelo del permafrost tra gas serra, antichi virus e disastri ambientali

Le Svalbard, conosciute per la loro popolazione di orsi polari, ospitano l’importante Global Seed Vault, una banca dei semi che dal 2009 raccoglie le sementi più a rischio del mondo garantendo all’umanità l’approvvigionamento alimentare in eterno. La volta, tuttavia, è stata recentemente colpita da un’inondazione dovuta allo scioglimento dei ghiacciai, i cui lavori di riparazione hanno richiesto una spesa di 20 milioni di euro.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui