Pacchetto clima energia: i MEP chiedono obiettivi vincolanti

I Parlamentari europei hanno chiesto alla Commissione che gli obiettivi del pacchetto clima energia diventino vincolanti. Immediata la reazione del WWF

Pacchetto clima energia(Rinnovabili.it) – I deputati del Parlamento europeo (Mep) hanno chiesto che gli obiettivi del pacchetto clima energia al 2030 in tema di limitazioni del rilascio delle emissioni di CO2, produzione di energia da fonti rinnovabili ed efficienza energetica siano vincolanti. Immediata la reazione del WWF che per voce della responsabile Clima ed Energia del WWF Italia Mariagrazia Midulla ha dichiarato:

 

“Il parlamento Europeo ha risposto alle deboli proposte su Clima ed Energia della Commissione Europea con proposte più adeguate alla realtà di quello che è necessario fare. L’Efficienza energetica e l’energia rinnovabile sono le soluzioni indispensabili per un futuro sempre più libero dai combustibili fossili, per contribuire e trainare l’obiettivo di riduzione delle emissioni climalteranti e per assicurare una vera sicurezza energetica; su questo proprio l’Europa non può avere ripensamenti. Un pacchetto integrato di target vincolanti per il 2030 permetterà all’Europa di ridurre la sua dipendenza dall’import ‘volatile’ di energia, creare posti di lavoro nel settore dell’energia verde, produrre benefici per la salute dei cittadini europei e aiutare a difenderci dagli effetti disastrosi dei cambiamenti climatici. Il pronunciamento del Parlamento Europeo, cioè dell’istanza democraticamente eletta, deve pesare nei prossimi Consigli dei Ministri e dei capi di Stato e di Governo europei”.

I Deputati hanno chiesto obiettivi vincolanti che impongano il taglio del 40% delle emissioni di CO2, una produzione del 30% per le energie rinnovabili ed un obiettivo del 40% di efficienza energetica entro il 2030, criticando le proposte della Commissione europea definita “miope e poco ambiziosa”.

“Il prezzo dell’energia danneggia gravemente le imprese, l’industria e, più specificamente, i nostri cittadini. Se vogliamo ridurre le nostre importazioni di energia dobbiamo produrre di più in Europa, facendo un uso migliore e più efficiente delle nostre risorse”, ha detto il co- relatore per la commissione ambiente, Anne Delvaux (PPE, BE). “Abbiamo bisogno di un mix energetico ampio e con maggiore efficienza energetica, questa è l’opzione migliore per ridurre le emissioni di gas a effetto serra per favorire le nuove tecnologie e l’innovazione, creare posti di lavoro e cambiare le nostre economie in economie più verdi. Questo è il motivo per cui abbiamo bisogno di tre obiettivi vincolanti”, ha aggiunto concludendo.