Abiti sostenibili a energia solare, ecco la nuova moda “potenziata”

Celle solari morbide integrate nella stoffa per dare ai capi un pizzico di innovazione in più. Il progetto frutto dell’incontro tra l’Art by Physicist, e il produttore di fotovoltaico organico ARMOR ASCA

abiti sostenibili
Credits: Art by Physicist

La nuova collezione di abiti sostenibili e-textile per indossare il futuro

(Rinnovabili.it) – Abiti sostenibili ad energia solare che permettano a chi li indossa di caricare piccoli dispositivi elettronici. Con questo obiettivo in mente Art by Physicist, startup della Silicon Valley focalizzata sulla moda “potenziata”, ha collaborato con il produttore di film fotovoltaici organici ARMOR ASCA.

Gli abiti fanno parte della nuova collezione tecnologia lanciata da Art by Physicist su Kickstarter al giugno 2021. Un progetto ad alto grado di innovazione che ha mescolato assieme un processo di stampa, in digitale ed eco-friendly, a materiali hitech, atossici e al 100% riciclabili. Da questo sforzo per unire tecnologia e moda sono nati anche due capi fotovoltaici: il soprabito Lotus e l’abito Guilin, entrambi dotati di sottili pellicole solari integrate nelle decorazioni.

Quando li ho disegnati, avevo già in mente le tecnologie che mi sarebbe piaciuto integrare”, spiega la dott.ssa Kitty Yeung, fondatrice di Art by Physicist. “Ho scoperto il film ASCA® a forma di loto e ho pensato che si adattasse perfettamente ai miei design ispirati alla natura. Quindi il team di ARMOR ASCA mi ha mostrato un prototipo di vestito integrante il film fotovoltaico organico al fine di stabilire le soluzioni di connessione più adatte in linea con le mie esigenze. Apprezzo la naturalezza della collaborazione”.

Leggi anche Celle solari trasparenti con una durata di oltre 30 anni

Ovviamente il contributo energetico degli abiti fotovoltaici è ben poco, ma riuscire a far sposare la tecnologia con lo stile e il comfort non è cosa da poco. “Grazie al nostro know-how e alle proprietà del film ASCA® – leggerezza, flessibilità, semi trasparenza – questa soluzione è perfettamente adatta per applicazioni tessili che richiedono un’integrazione progettuale ed estetico”, commenta Mathilde Berger, project manager di ARMOR ASCA. Le celle incorporate negli indumenti possono essere facilmente rimosse, sostituite e smaltite come qualsiasi altro dispositivo elettronico.

l due pezzi saranno confezionati e spediti ad ottobre 2021 (è ancora possibile ordinare i prodotti sul sito di Art by Physicist) assieme agli altri abiti sostenibili della collezione e-textile. Il progetto include anche un cappotto reversibile autoriscaldante, un vestito programmabile tramite WiFi, tessuti LED personalizzabili e accessori Bluetooth. “Ora che ho tutti questi diversi tipi di tecnologie, il prossimo passo per il mio marchio sarà progredire nella produzione on-demand abilitando la personalizzazione. Nel prossimo futuro, i clienti saranno in grado di aggiungere la tecnologia desiderata sul capo di loro scelta”.

Leggi anche Celle solari flessibili in CIGS, efficienza al 21,4%

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui