Al CES 2015 il vaso intelligente per chi dimentica di innaffiare

Pot è il vaso intelligente presentato dalla Parrot al CES 2015 di Las Vegas in grado di rilevare le esigenze della pianta ed innaffiare da solo quando questa ne ha bisogno

Al CES 2015 il vaso intelligente per chi dimentica di innaffiare

 

(Rinnovabili.it) – In questi giorni al CES 2015 di Las Vegas  è stata presentata la soluzione per tutti coloro che vorrebbero una casa piena di piante e fiori ma dimenticano sempre di innaffiare. La Parrot ha presentato Pot, il vaso che per un mese è in grado di occuparsi autonomamente delle piante che contiene, regolando la quantità d’acqua e dando consigli al proprietario sulle condizioni di luce umidità e sulla necessità di usare un fertilizzante.

Il pubblico del Consumer Electronics Show, che fino a domani potrà vedere e testare le ultime trovate tecnologiche del panorama mondiale, ha la possibilità di osservare da vicino come la Parrot avvicini il mondo degli umani a quello dei vegetali, cercando di “far esprimere”  alle piante le proprie esigenze e di metterle in comunicazione con i proprietari.

 

Al CES 2015 il vaso intelligente per chi dimentica di innaffiareTutto questo è possibile grazie a un sistema di sensori, un’app e un serbatoio da 2,2 litri. Insieme all’acquisto di Pot va scaricata la app Flower Power che si collega via bluetooth al vaso e permette di impostare la tipologia di pianta tra le 7000 presenti nella libreria. In questo modo il vaso potrà stabilire la quantità di acqua da erogare ed inviare sullo smartphone del proprietario consigli sull’illuminazione e la fertilizzazione della pianta. Il serbatoio è sufficiente per un mese e una volta esaurita la riserva di acqua entra in modalità sopravvivenza, che mantiene la terra umida in attesa di essere riempito di nuovo.

Al CES 2015 la Parrot ha presentato anche H2O, un sistema che funziona nello stesso modo di Pot ma si può applicare a qualsiasi bottiglia in plastica. I sensori sono contenuti in un beccuccio da avvitare alla bottiglia che una volta collegato alla app sarà in grado di regolare l’erogazione di acqua e inviare le informazioni allo smartphone. Con una comune bottiglia da 1,5 litri il sistema è autosufficiente per circa 3 settimane.

Con queste innovazioni del CES 2015 anche chi non ha il pollice verde avrà sempre a disposizione un piccolo giardiniere pronto ad aiutarlo e consigliarlo, per non dover più vedere piante secche e foglie gialle.

 

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui