L’efficienza energetica piace anche al mondo dello sport

Firmata ieri una convenzione tra GSE e CONI Servizi, in materia di efficienza energetica e di utilizzo delle fonti di energia rinnovabile nelle sedi della società del Comitato Olimpico

L’efficienza energetica piace anche al mondo dello sport(Rinnovabili.it) – Si rinnova  in nome dell’efficienza energetica l’intesa tra il Gestore dei Servizi Energetici e CONI Servizi la società di diritto privato del Comitato Olimpico Nazionale. Dopo il protocollo firmato lo scorso 27 maggio 2008 e incentrato sulla produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, le due società si sono nuovamente trovate per siglare una nuova  convenzione in materia di efficienza energetica. Saranno interessati gli edifici e gli impianti – a partire dal Foro Italico e dai Centri di Preparazione Olimpica – in modo che questa testimonianza di buone pratiche possa avere positiva ricaduta sull’intero sistema sportivo italiano. L’accordo, spiega il Presidente di Coni Servizi Franco Chimenti, supporterà la società su aspetti importanti quali la diagnosi energetica preliminare del proprio patrimonio immobiliare, tra cui lo Stadio Olimpico e il Parco del Foro Italico e la consulenza e l’assistenza generale nel campo dell’efficienza energetica. Inoltre per i prossimi tre anni i tecnici GSE forniranno analisi finalizzate al possibile acquisto sul mercato dell’energia per le sedi di interesse del CONI e l’implementazione di un sistema di monitoraggio dei consumi elettrici.

 

“Con questa Convenzione CONI Servizi, nell’ottica di migliorare l’efficientamento delle proprie sedi e avviare così un percorso virtuoso di ottimizzazione dei consumi energetici, potrà avvalersi, per il prossimo triennio, dei servizi specialistici che il GSE, nel solco degli indirizzi del Ministero dello Sviluppo Economico, mette a disposizione delle Pubbliche Amministrazioni” ha affermato Nando Pasquali, Presidente e Amministratore Delegato del GSE.

 

L’intesa si inserisce nel solco tracciato dal protocollo stipulato tra CONI Servizi e il Ministero dell’Ambiente del 13 dicembre 2006 e si propone di individuare le migliori opzioni presenti sullo scenario energetico per la diffusione delle fonti rinnovabili e dell’efficienza energetica nelle strutture del CONI.