Dove trovare l’energia pulita? Te lo mostra il laboratorio geografico digitale UE

La Commissione europea ha lanciato un nuovo strumento online che fornisce informazioni geospaziali alle aziende e ai progettisti di infrastrutture energetiche.

energia pulita industria
via depositphotos.com

Nasce il Laboratorio di geografia energetica e industriale

(Rinnovabili.it) – Dove si trova il maggior potenziale per l’energia pulita europea? Quali zone sono adatte alla realizzazione di nuovi impianti? Quali possono contare già su una rete infrastrutturale adeguata? A rispondere a tutte queste domande è da oggi l’Energy and Industry Geography Lab, nuovo strumento digitale della Commissione europea.

Il laboratorio, creato sviluppato dal Centro comune di ricerca della Commissione in collaborazione con l’industria, nasce con l’obiettivo di fornire informazioni geospaziali alle aziende e ai progettisti di infrastrutture energetiche. Attraverso una mappa stratificata, l’interfaccia consente di visualizzare e gestire dati on line su una serie di informazioni chiave per gli attuali piani di transizione ecologica. É possibile, ad esempio, ottenere una panoramica delle attuali infrastrutture dedicate all’idrogeno o di quelle legate alle tecnologie di cattura, stoccaggio e riutilizzo delle CO2 (CCUS). O ancora, visualizzare il potenziale rinnovabile, la rete di distribuzione e trasmissione energetica, l’utilizzo del territorio e le infrastrutture dei trasporti. Il tutto accompagnato da informazioni socioeconomiche e dati sulla produzione di emissioni e rifiuti.

Avvicinare l’energia pulita al mondo industriale

La scienza e la tecnologia ci aiuteranno ad affrontare concretamente le minacce e le sfide globali in atto, come le transizioni verdi e digitali”, ha spiegato la Commissaria europea per l’Innovazione Mariya Gabriel. “Per la prima volta i dati sull’energia pulita e sulle infrastrutture industriali sono stati riuniti in un’unica mappa gratuita, per pianificare al meglio la decarbonizzazione di cui tutti abbiamo bisogno per raggiungere il Green Deal europeo”.

L’Energy and Industry Geography Lab è figlio dell’aggiornamento della strategia industriale 2020, pubblicato a maggio di quest’anno. “Affinché la transizione verde porti una competitività veramente sostenibile, l’industria ha bisogno di accedere a un’elettricità abbondante, economica e decarbonizzata e sono necessari ulteriori sforzi in questo senso”, ha aggiunto il Commissario per il mercato interno, Thierry Breton. L’Energy and Industry Geography Lab aiuterà l’industria, i responsabili politici e le autorità nazionali a […] modellare gli ecosistemi industriali sulla strada verso una transizione climaticamente neutra”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui