Fotovoltaico mondiale: in un anno installati ben 98,9 GW

Il settore dell’energia solare raggiunge un nuovo record sotto la spinta dei mercati emergenti. I dati preliminari di SolarPower Europe

Fotovoltaico mondiale

 

Le pagelle 2017 per il fotovoltaico mondiale

(Rinnovabili.it) – Mai come nel 2017 il fotovoltaico mondiale ha mostrato ciò di cui è capace. In un solo anno il settore è cresciuto del 29,3 per cento, aggiungendo ben 98,9 GW di nuova capacità. A titolo di confronto, nel 2016 – altro anno record per il mercato del sole – erano stati 76,5 i GW di nuova capacità a livello globale. I numeri appartengono a SolarPower Europe (ex-EPIA), l’associazione che rappresenta il fotovoltaico europeo che da Bruxelles presenta i dati preliminari del 2017.

Inutile farsi troppe illusioni: la maggior parte della crescita appartiene alla Cina. Da sola la Repubblica Popolare ha installato quasi 53 GW lo scorso anno – in aumento del 53 per cento rispetto all’anno precedente – confermando la sua posizione di leader (leggi anche Cina, regina del fotovoltaico: nuovo boom nella capacità). E insieme all’India (più 9.6 GW nel 2017) si spartisce il mercato più vivace al mondo, mercato a cui appartiene oltre il 63 per cento della domanda totale di fotovoltaico.

 

Se le performance dei mercati emergenti non sono più una sorpresa, meno prevedibile è l’andamento europeo. SolarPower Europe non si fa troppo problemi a identificare il 2017 come l’anno di ripresa nei trend fv dell’Europa. Ma i veri numeri positivi appartengono per lo più alla Turchia, cresciuta in un solo anno del 213 per cento: con 1,79 GW di nuova potenza solare allacciata alla rete, il Paese ha superato persino la Germania, fino a ieri leader indiscusso del Continente. Alla potenza teutonica rimane un buon secondo posto con circa 1,75 GW, seguita dal Regno Unito, campione del 2016 e oggi terzo in classifica.

 

>>Leggi anche Il fotovoltaico europeo cresce sotto il traino della Turchia<<

 

È bello assistere di nuovo alla crescita solare europea – commenta Christian Westermeier, Presidente di SolarPower Europe – ed è particolarmente incoraggiante che questo aumento si trovi all’incirca allo stesso livello del mercato globale, ma l’Unione Europea ha molto lavoro da fare se vuole stare al passo con il resto del mondo in materia di energia solare. Per questo motivo speriamo che l’UE accetti un obiettivo di rinnovabili del 35% nel pacchetto Energia pulita”.

 

L’associazione chiede che Bruxelles e gli Stati membri facciano di più soprattutto sul fronte dei prosumer.

“L’UE deve garantire la rimozione di ostacoli, come quelli all’autoconsumo e un solido quadro per il solare su piccola scala”, spiega Michael Schmela, Executive Advisor e Head of Market Intelligence di SolarPower Europe. “Deve inoltre sostenere politiche che incoraggino la crescita delle installazioni solari, rimuovendo le barriere commerciali sui pannelli solari. Questo non solo garantirà un futuro di energia pulita per l’Unione ma promuoverà lo sviluppo locale, fornendo oltre 40.000 nuovi posti di lavoro”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui