Rinnovabili, nel 2025 eolico e solare costeranno meno della metà

Secondo le previsioni il costo attualizzato dell’energia scenderà sensibilmente nell’arco di 10 anni: dal 26% in meno dell’eolico onshore al 59% in meno del fotovoltaico

Rinnovabili, nel 2025 eolico e solare costeranno meno della metà

 

(Rinnovabili.it) – Il costo medio dell’elettricità generata da solare e eolico potrebbe dimezzarsi nell’arco dei prossimi 10 anni. Il potenziale c’è, servono però politiche lungimiranti e adeguate da parte dei governi. Lo afferma l’Agenzia internazionale per le energie rinnovabili (IRENA) in uno studio appena pubblicato. La diminuzione dei costi stimata varia a seconda della fonte presa in considerazione, ma è in ogni caso consistente: il ribasso va da un minimo del 26% a un massimo del 59%.

La tendenza è ben marcata se si volge lo sguardo indietro di qualche anno. Dal 2009 a oggi il prezzo dei moduli fotovoltaici è sceso dell’80%, le turbine eoliche sono più economiche del 30-40%, mentre la capacità globale delle rinnovabili è cresciuta costantemente così come i progressi nelle tecnologie. Ulteriori ribassi dei costi in questi ambiti, prosegue lo studio, potrebbero essere facilitati da politiche ad hoc, mirate a minimizzare i costi di transazione e a semplificare il quadro amministrativo e le procedure di approvazione. Ad influire sullo scenario è anche l’incremento delle economie di scala e una maggiore competizione a livello di mercato.

 

Lo studio dell’IRENA fornisce previsioni differenziate per ciascuna fonte espresse tramite il costo attualizzato dell’energia (LCOE), utile per confrontare i costi unitari delle diverse tecnologie di generazione elettrica lungo il loro intero ciclo di vita economica, oppure come in questo caso in un lasso di tempo determinato.

Secondo IRENA la media ponderata dei costi a livello globale potrebbe scendere del 26% per l’eolico onshore e del 35% per quello offshore, mentre il ribasso per quanto riguarda i sistemi a concentrazione solare (CSP) sarebbe del 37% per i sistemi a concentratori parabolici e del 44% per quelli a torre solare.

La diminuzione maggiore è attesa per il fotovoltaico con costi in discesa del 59%: per questa tecnologia il kWh avrà nel 2025 un costo unitario di 5 centesimi e mezzo di dollaro contro i 13 centesimi attuali. Lo stesso trend vale anche per i costi di investimento, che scenderanno a 790 $/kW nel 2025 dai 1.810 $/kW di oggi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui