Terna con i gestori europei delle reti per la decarbonizzazione del sistema energetico

I principali gestori delle reti elettriche mettono in campo iniziative ad hoc con l’obiettivo di arrivare a emissioni neutre entro il 2050

decarbonizzazione del sistema energetico
Foto di Gerd Altmann da Pixabay

di Tommaso Tetro

La squadra dei TSO per la decarbonizzazione del sistema energetico

(Rinnovabili.it) – I principali gestori delle reti elettriche mettono in campo iniziative ad hoc per la sostenibilità e la decarbonizzazione del sistema energetico. Tra queste anche Terna. Insieme, le otto società si pongono l’obiettivo di arrivare a emissioni neutre entro il 2050, in un documento congiunto pubblicato oggi dai gestori delle reti di Austria, Belgio, Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi, Spagna e Svizzera che punta a rafforzare il contributo alla transizione energetica.

Al cuore dell’azione: ridurre e limitare l’impronta di carbonio (carbon footprint) delle proprie attività e value chain, espandere e sviluppare le reti di trasmissione elettrica per favorire l’integrazione delle fonti rinnovabili e delle risorse di flessibilità nel sistema, sostenere l’elettrificazione diretta e indiretta di diversi settori dell’economia.

Leggi anche Reti elettriche resilienti e sicure, Enea e Terna lavorano sull’obiettivo

I gestori, attraverso una serie di iniziative di sviluppo rete, intendono ridurre le emissioni globali di gas serra, supportando la sostenibilità e contribuendo ad apportare benefici per il settore elettrico in questo passaggio epocale da un sistema che utilizza prevalentemente fonti fossili a uno sempre più pulito ed efficiente. In linea con gli obiettivi dell’Accordo di Parigi del 2015, il Green deal europeo e il relativo pacchetto legislativo ‘Fit for 55’, l’Ue e la Svizzera si sono impegnate a raggiungere l’obiettivo di neutralità carbonica al 2050. Il tema centrale consiste nel garantire una fornitura elettrica sicura, affidabile e con elevati standard qualitativi attraverso le reti di trasmissione nazionali e interconnesse, che rappresentano una delle strutture portanti della società europea.

Negli scenari energetici a lungo termine, che prevedono un’ampia adozione di tecnologie elettriche, l’elettricità ricoprirà un ruolo chiave nella decarbonizzazione del sistema energetico e dell’economia grazie alla maggiore efficienza degli usi finali e all’integrazione delle fonti rinnovabili nel sistema energetico. La rete elettrica diventerà l’infrastruttura portante di un sistema energetico più sostenibile, affidabile e resiliente: l’attività e le iniziative dei gestori saranno cruciali per raggiungere gli obiettivi climatici fissati dall’Europa. Tra i punti principali, l’impegno a monitorare le emissioni ‘dirette’ e ‘indirette’ di gas serra in linea con gli standard internazionali, lo sviluppo efficiente delle infrastrutture per limitare le perdite di rete, l’impiego di misure di efficienza energetica, l’attuazione di procedure green procurement, l’adozione di approcci per l’economia circolare. La quota di rinnovabili nel mix energetico è destinata a crescere nei prossimi anni e i consumatori assumeranno ruoli sempre più attivi nel sistema elettrico.

Leggi anche Terna: -30% CO2 al 2030, per una rete elettrica sempre più sostenibile

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui