La tecnologia di controllo delle microreti per rendere più verdi le isole remote

Il progetto ha permesso all’isola atlantica di incrementare la generazione eolica senza compromettere la stabilità della rete

horta1l(Rinnovabili.it) – ABB, gruppo leader nelle tecnologie per l’energia e l’automazione, ha fornito e messo in servizio una soluzione di controllo della microrete che permetterà all’isola atlantica di Faial di sfruttare una maggiore quantità di energia eolica nel proprio mix energetico senza destabilizzare la rete.

Faial è una delle nove isole vulcaniche che compongono l’arcipelago delle Azzorre, parte del Portogallo, situate a metà strada tra l’Europa e l’America del nord, a circa 1.500 km dalla terraferma. L’isola, con una popolazione di 15.000 persone, ha una rete elettrica che opera come una microrete isolata, alimentata da 6 generatori diesel che producono fino a 17 megawatt di energia elettrica.

La utility locale, Electricidade dos Açores (EDA), ha installato cinque turbine eoliche facenti parte del progetto per incrementare la potenza della rete del 25 per cento minimizzando al contempo l’impatto ambientale sull’isola di cui il turismo rappresenta l’attività principale. Faial è anche conosciuta come l’Isola Blu grazie alle innumerevoli ortensie che fioriscono in estate.

“La tecnologia ABB permetterà il controllo e il monitoraggio delle turbine eoliche e dei generatori diesel sull’isola,” ha commentato Claudio Facchin, responsabile della divisione Power Systems di ABB. “Questa funzione è fondamentale poiché la volatilità tipica dell’energia eolica può causare fluttuazioni di frequenza e tensione che possono destabilizzare la microrete e in casi estremi addirittura portare a interruzioni del servizio e a blackout.”

La soluzione di controllo, vanto tecnologico della recentemente acquisita Powercorp, calcolerà la configurazione più adatta, assicurerà l’equilibrio tra domanda e offerta, massimizzerà l’integrazione dell’energia eolica e ottimizzerà i generatori, così da far operare il sistema al massimo del potenziale. L’utilizzo dell’energia eolica insieme alla soluzione innovativa ABB permetterà all’isola di utilizzare 3,5 milioni di litri di combustibile fossile in meno all’anno, sufficienti a un automobile per percorrere circa 2.300 volte la circonferenza terrestre. Questa soluzione contibuirà a ridurre le emissioni annuali di CO2 di circa 9.400 tonellate.

ABB ha già fornito soluzioni d’integrazione di fonti rinnovabili in sistemi di generazione basati su combustibile fossile in altre isole dell’arcipelago delle Azzorre, Flores e Graciosa, permettendo il risparmio di combustibile e la riduzione di emissioni di anidride carbonica.

ABB (www.abb.com) è leader nelle tecnologie per l’energia e l’automazione che consentono alle utility ed alle industrie di migliorare le loro performance riducendo al contempo l’impatto ambientale. Le società del Gruppo ABB operano in oltre 100 Paesi e impiegano circa 150.000 dipendenti.