Come va la decarbonizzazione in Italia? Te lo rivela Terna4Green

Terna presenta la nuova piattaforma digitale e interattiva che da oggi monitorerà i dati nazionali di produzione elettrica e relative emissioni di CO2, per tracciare il percorso di transizione energetica dell’Italia

decarbonizzazione in Italia
Via depositphotos.com

 I progressi della decarbonizzazione in Italia in un grafico interattivo

(Rinnovabili.it) – Come sta andando il processo di decarbonizzazione in Italia? Quanto progressi stiamo realizzando nella transizione energetica? Quanta anidride carbonica sta ancora emettendo il nostro sistema elettrico e quanta viene risparmiata all’atmosfera grazie alle fonti rinnovabili? Da oggi a rispondere a tutte queste domande sarà Terna4Green, nuovo osservatorio digitale lanciato da Terna. In vista della COP26 sul clima, l’operatore ha voluto creare uno strumento che rendesse ben visibile il cambiamento. Una piattaforma web dove seguire in maniera chiara e diretta il processo di decarbonizzazione in Italia.

D’altra parte la società gestisce quotidianamente i flussi di potenza sulla rete di trasmissione al fine di garantire il costante equilibrio tra domanda e offerta energetica. Ciò le fornisce un punto di vista privilegiato sul sistema, traducibile – grazie alle nuove tecnologie e metodologie – in un ricco patrimonio di dati. E se fino a ieri queste informazioni finivano in report dedicati, oggi danno vita ad un osservatorio virtuale e interattivo, unico nel suo genere. Terna4Green consentirà a chiunque di monitorare i progressi verso gli obiettivi di decarbonizzazione italiani, correlando in tempo reale migliaia di dati e stime sulla produzione elettrica italiana con i valori delle emissioni settoriali.

Come funziona Terna4Green?

La piattaforma è divisa in due sezioni: Risparmio di CO2 ed Emissioni di CO2. La prima quantifica l’anidride carbonica evitata all’atmosfera ogni ora del giorno attraverso alla produzione di energia rinnovabile (idroelettrica, eolica, fotovoltaica, geotermica ad alta entalpia). Un monitoraggio che interessa tutta Italia e ogni singola zona di mercato.

La seconda fornisce, invece, una stima della CO2 rilasciata dalla produzione elettrica fossile (combustibili solidi, gas, olio combustibile, altri combustibili).

In entrambe le sezioni è possibile seguire le evoluzioni temporali dei rispettivi valori attraverso uno schema storico dei dati giornalieri, mensili ed annuali. Permettendo anche di effettuare un confronto tra la performance delle diverse fonti rinnovabili. Le informazioni presenti su Terna4Green (https://www.green.terna.it/) – spiega la società – sono costantemente aggiornate e permettono di scegliere la tipologia del grafico, aggregare i dati e utilizzare i filtri di ricerca.

Viviamo in un’epoca di grande complessità”, scrive l’operatore. “Il pianeta cresce sempre più velocemente con un modello energetico che non è più sostenibile, mentre il mondo ci chiede un impegno globale per una progressiva decarbonizzazione, da realizzare al più presto […] Terna ha un ruolo centrale nel processo di trasformazione energetica che sta alla base di questo processo di decarbonizzazione, come abilitatore e regista della transizione del mercato dell’elettricità verso fonti rinnovabili. Per raggiungere i target internazionali, infatti, la rete elettrica è il principale fattore abilitante”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui